Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Notizie flash

Ue, “sliding doors” per Dominica.
Entrata e uscita dalla blacklist fiscale

Dopo soli tre mesi di permanenza, l’isola caraibica fuori dalle giurisdizioni non cooperative a fini fiscali

Thumbnail

L’elenco Ue delle giurisdizioni non collaborative sotto il profilo fiscale continua ad assottigliarsi. Nella seduta di oggi, infatti, il Consiglio dei ministri dell’Economia dell’Unione europea ha dato l’ok alla rimozione di Dominica dalla blacklist europea varata nel dicembre del 2017 come forma di contrasto alle piazze internazionali più favorevoli ai fenomeni elusivi. L’uscita segue di qualche settimana quella di Aruba, Barbados e Bermuda, avvenuta lo scorso 17 maggio. Nella lista “nera” rimangono ora 11 giurisdizioni: Samoa americane, Belize, Figi, Guam, Isole Marshall, Oman, Samoa, Trinidad e Tobago, Emirati arabi uniti, Isole Vergini degli Stati Uniti e Vanuatu.

Si conclude quindi la breve permanenza di Dominica nella lista europea, nella quale era entrata appena lo scorso 12 marzo. In particolare, l’isola caraibica ha rispettato gli impegni presi sullo scambio automatico di informazioni finanziarie, a partire dalla sottoscrizione in ambito Ocse dell’Accordo multilaterale tra autorità competenti (Mcaa), per cui i primi scambi partiranno il prossimo dicembre.

La lista era nata nel dicembre 2017 per favorire una buona governance fiscale a livello globale attraverso l’elencazione delle giurisdizioni che non rispettano gli standard minimi Ue con riguardo a trasparenza fiscale, equa imposizione o al recepimento delle linee Ocse/G20 sul Beps (base erosion and profit shifting), con la volontà di stimolarle a fare passi avanti verso una completa cooperazione. Per questo motivo è soggetta a continue revisioni, di pari passo con l'evoluzione dei sistemi fiscali delle singole giurisdizioni monitorate dall'Ue.

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/notizie-flash/articolo/ue-sliding-doors-dominica-entrata-e-uscita-dalla-blacklist