Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Notizie flash

Ue, tax gap Iva a 137,5 miliardi.
In discesa in 25 Stati membri su 28

Una stima preliminare sul 2018 prevede un ulteriore ribasso fino a scendere sotto i 130 miliardi

Thumbnail

Nel 2017 il tax gap Iva registrato complessivamente nei Paesi dell’Unione europea si è attestato a 137,5 miliardi di euro, con una riduzione di 8 miliardi rispetto all’anno precedente. Un trend discendente, quindi, per un ammanco pari a circa l’11,2% dell’intero gettito Iva affluito nelle casse erariali degli Stati membri. È la fotografia rilevata da uno studio pubblicato recentemente dalla Commissione europea, che, oltre a riportare i dati consolidati più aggiornati tratti dai bilanci dei singoli Stati membri relativi all’esercizio 2017, contiene una stima per ora ancora preliminare di quanto potrebbe essere stato il tax gap Iva nel 2018, per cui si calcola un’ulteriore riduzione fino a scendere sotto i 130 miliardi di euro.

La radiografia del tax gap Iva
Lo studio rileva i dati del tax gap, ossia la differenza tra il gettito atteso e l’importo effettivamente riscosso, relativamente all’Imposta sul valore aggiunto. Il calcolo, quindi, delle mancate entrate, causato in primo luogo da frodi, fenomeni elusivi ed evasivi, ma anche da errori di calcolo e mancati versamenti. Per ciascuno Stato membro, lo studio riporta i dati del tax gap in termini percentuali e in termini assoluti. Dal primo punto di vista, nel 2017 la Romania ha registrato la maggior quota di tax gap (36%), seguita da Grecia (34 %) e Lituania (25%). I divari minori si riscontrano in Svezia, in Lussemburgo e a Cipro, dove l’Iva mancante stimata si attesta a solo l'1%. In termini assoluti, l’Italia ha registrato il maggior ammontare di Iva stimata mancante (circa 33,6 miliardi di euro), seguita da Germania (25 miliardi) e Regno Unito (19 miliardi).

Il confronto con l’anno precedente è positivo
La buona notizia è che, complessivamente, l’ammanco di entrate Iva si è ridotto dal 2016 al 2017, passando da 145,4 miliardi di euro ai 137,5 miliardi del 2017, un miglioramento generale che riflette il trend discendente del tax gap di ben 25 Stati membri: la riduzione del tax gap più significativa l’ha realizzata Malta (-7 punti percentuali), seguita da Polonia (- 6 punti percentuali) e Cipro (- 4 punti percentuali), ma la Commissione ha sottolineato anche il miglioramento dell’Italia e di altri sei Stati, Slovenia, Lussemburgo, Slovacchia, Portogallo, Repubblica Ceca e Francia, che hanno ridotto il loro divario Iva di oltre 2 punti percentuali. Solo tre Paesi hanno registrato un aumento, Grecia (2,6 %), Lettonia (1,9 %) e, in misura minore, in Germania (0,2 %).

 

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/notizie-flash/articolo/ue-tax-gap-iva-1375-miliardi-discesa-25-stati-membri-28