Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Schede Paese

Barbados

Isola indipendente, situata nel Mar dei Caraibi a nord del Venezuela, ha approvato una propria Costituzione

Thumbnail
L’isola, situata nel mar dei Caraibi a nord del Venezuela, è indipendente, ha una propria Costituzione nell’ambito del Commonwealth e ha un sistema giuridico basato su quello britannico. Il sistema fiscale comprende imposte sia dirette e indirette. Barbados applica l’Iva alle operazioni imponibili (incluse le importazioni) effettuate dai soggetti passivi registrati. La normativa fiscale prevede poi una serie di altre imposte applicate alle operazioni petrolifere, alla proprietà immobiliare e ai trasferimenti di proprietà.

La normativa fiscale: residenti, non residenti e residenti non domiciliati 
Le persone fisiche residenti sono soggette ad imposta per i redditi ovunque prodotti, mentre i non residenti lo sono solo per quelli provenienti da fonti locali. La legislazione di Barbados ammette anche una terza categoria di soggetti, “residenti ma non domiciliati” a Barbados: i redditi di questi ultimi sono imponibili se derivanti da fonti locali (ciò include, ad esempio, i redditi di lavoro dipendenti derivanti da attività esercitate a Barbados), o se distribuiti o comunque rimpatriati a Barbados.
Una persone fisica è considerata fiscalmente residente a Barbados se vi passa più di 182 giorni in un determinato anno d’imposta ovvero se è “ordinariamente” residente in tale Stato. Si considerano ordinariamente residenti a Barbados i soggetti che vi hanno un’abitazione permanente (con esclusione delle abitazioni utilizzate solo come case di vacanza) e che hanno comunicato alle autorità fiscali che intendono risiedere in tale Stato per almeno due anni d’imposta consecutivi. Al contrario, un individuo non è considerato fiscalmente residente a Barbados se in un determinato anno d’imposta non vi ha passato più di 182 giorni, non vi è mai stato domiciliato e ha comunicato per iscritto alle autorità fiscali entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi che per quell’anno d’imposta intende essere trattato come soggetto non residente.

I redditi soggetti a tassazione
I redditi soggetti a tassazione sono i redditi d’impresa, di lavoro autonomo e dipendente, i redditi fondiari. Sono soggetti a tassazione anche dividendi, canoni e interessi e i redditi derivanti dalla partecipazione in società di persone. I capital gain non sono imponibili.
Dal 2017 le aliquote fiscali per le persone fisiche sono due: 16% per i redditi fino a 35.000 BBD; 35% per i redditi che superano tale ammontare. I dividendi distribuiti da società residenti a persone fisiche residenti sono soggetti a ritenuta alla fonte a titolo definitivo con aliquota del 12,5%. I dividendi distribuiti a persone fisiche non residenti scontano una ritenuta alla fonte a titolo definitivo del 15% o del 25%, secondo che provengano da utili tassati o meno. La medesima aliquota è di norma applicabile agli interessi accreditati a persone fisiche residenti in misura superiore a 100 dollari di Barbados all’anno. I redditi derivanti dalla locazione di immobili residenziali sono soggetti all’aliquota ridotta del 15%. Gli individui residenti beneficiano comunque di un abbattimento della base imponibile pari a 25.000 BBD (40.000 per i pensionati di età superiore a 60 anni) e, se il reddito è inferiore a certe soglie, di un credito d’imposta.
Per gli anni 2013, 2014 e 2015 le persone fisiche il cui reddito imponibile lordo superava complessivamente 50mila dollari delle Barbados scontavano una imposta addizionale (Consolidation Tax) che è stata abolita dal 2016.

Tassazione delle società
L’imposta sulle società si applica alle società, residenti e non, che operano a Barbados. Si considerano residenti a Barbados le società che vi mantengono la sede centrale di amministrazione, nonché quelle comunque costituite in base alle leggi locali incluse le International Business Companies (IBC) società che svolgono attività di produzione o commercializzazione di beni destinati all’esportazione e che non transitano per Barbados, ovvero di servizi che, se anche aventi origine a Barbados, sono prestati nell’interesse di soggetti non residenti, nonché società che svolgono ogni altra attività prevista dalla legge sulle IBC.
L’imposta si applica sul reddito complessivamente prodotto dalla società, con l’eccezione dei capital gain, che sono esenti. In linea di principio, i dividendi distribuiti sono tassati in capo al percipiente attraverso il prelievo di una ritenuta alla fonte. Le distribuzioni di utili tra soggetti residenti, tuttavia, sono esenti. I dividendi percepiti da società residenti e provenienti da società estere delle quali la società beneficiaria detiene almeno il 10% del capitale a titolo di immobilizzazione non concorrono alla formazione della base imponibile. A certe condizioni, è possibile compensare le perdite infragruppo.
L’imposta viene calcolata sulla base di un’aliquota proporzionale pari al 25%. I redditi derivanti dalla locazione di immobili residenziali sono soggetti a tassazione separata con aliquota del 15%.
Oltre ai crediti d’imposta  per gli imprenditori e le società che incrementano il numero degli impiegati e quelli che sostengono spese finalizzate al miglioramento della produttività e del grado di innovazione, la normativa fiscale prevede numerosi incentivi anche per le società “pioniere” (e, cioè, quelle che producono beni innovativi nell’ambito di un settore di attività poco sviluppato nelle Barbados), le industrie di base, il settore delle energie rinnovabili, i soggetti che operano in determinate aree da sviluppare o che costruiscono immobili per uso residenziale, e quelli impegnati in determinati progetti all’estero. In alcuni casi (ad esempio, per le società pioniere), gli incentivi comprendono l’esenzione totale da imposta degli utili prodotti per un certo numero di anni.

L’imposta sul valore aggiunto
Barbados applica l’Iva alle operazioni imponibili (incluse le importazioni) effettuate dai soggetti passivi registrati. Sono soggette all’obbligo di registrazione le persone fisiche e giuridiche che svolgono un’attività imponibile il cui fatturato annuo supera 200.000 BBD. I soggetti che non raggiungono tale soglia di fatturato possono comunque chiedere di essere registrati ai fini IVA diventando così soggetti passivi dell’imposta. Le attività imponibili comprendono le attività commerciali, le attività svolte regolarmente o continuamente che comportano (o intendono comportare) cessioni di beni o prestazioni di servizi a fronte della corresponsione di un prezzo, le attività svolte da club, associazioni e simili a favore dei membri e ogni altra attività che comporta il pagamento di un prezzo per l’ammissione di persone a luoghi o edifici.
Tra le prestazioni esenti vi sono le attività finanziarie, la vendita di proprietà immobiliare, i servizi di trasporto di passeggeri e quelli ospedalieri.
L’aliquota ordinaria è 17,5%. È prevista un’aliquota ridotta del 7,5% per le prestazioni alberghiere e i servizi turistici diretti. Sono soggette ad aliquota zero (con un risultato del tutto analogo a quello che si ha per le operazioni non imponibili nell’Iva europea) le esportazioni di beni e i servizi correlati, le cessioni di generi alimentari di base, i servizi di trasporto internazionale, servizi pagati in valuta estera a soggetti non residenti e non fisicamente presenti a Barbados al momento in cui il servizio viene reso, le cessioni di attrezzature agricole e, entro certi limiti, di materiali di costruzione.

Dichiarazioni, obblighi strumentali e versamento delle imposte
Per i dipendenti il periodo d’imposta coincide con l’anno solare. Per i lavoratori autonomi e gli imprenditori il periodo d’imposta coincide con l’esercizio contabile o fiscale. Le persone fisiche devono presentare la dichiarazione dei redditi e pagare le imposte dovute entro il 30 aprile di ciascun anno. Gli eventuali crediti emergenti dalla dichiarazione devono essere rimborsati entro 6 mesi dal termine di presentazione della dichiarazione medesima.
Per le società il periodo d’imposta coincide, in linea di principio, con l’esercizio sociale o quello contabile. Se il periodo d’imposta termina tra il 1° gennaio e il 30 settembre, la società deve presentare la dichiarazione entro il 15 marzo dell’anno successivo. Queste società devono pagare un acconto pari al 50% dell’imposta dovuta entro il 15 settembre. Per le società che chiudono l’esercizio in un periodo compreso tra il 1° ottobre e il 31 dicembre, il termine per la presentazione della dichiarazione e il pagamento del saldo scade il 15 giugno dell’anno successivo. Queste società devono poi pagare due acconti, il primo entro il 15 dicembre, e il secondo entro il 15 marzo dell’anno successivo. Il saldo, in ogni caso, è dovuto entro il termine di presentazione della dichiarazione applicabile alla società.



Capitale: Bridgetown
Lingua ufficiale: inglese
Moneta: dollaro delle Barbados (BBD).
Forma di governo: monarchia parlamentare (nell’ambito del Commonwealth)






Fonti informative utilizzate:
  • portale del Governo di Barbados 
  • sito istituzionale dell’amministrazione finanziaria – Inland Revenue Department 
  • portale del Global Forum sulla Trasparenza Fiscale e lo Scambio di Informazioni 



La presente Scheda ha scopi esclusivamente informativi, non impegna in alcun modo né la direzione del giornale né l’Agenzia delle Entrate.





aggiornamento: agosto 2017 (per aliquote fiscali)
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/schede-paese/articolo/barbados