Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Schede Paese

Cambogia

La normativa Iva prevede un'aliquota standard al 10% mentre ad alcuni beni e servizi si applica un regime "zero rate"

Thumbnail

La Cambogia è una monarchia costituzionale ed è un Paese situato nel Sud-est asiatico. Dal 1999 fa parte dell’Asean (Association of South-East Asian Nations). Nel 2015 è stata istituita l’Asean Economic Community (Aec), che punta a integrare l’economia regionale in unico mercato di 2,6 migliaia di miliardi di dollari e 622 milioni di persone. 
Il sistema fiscale cambogiano è informato al principio del world wide income, per cui il reddito dei soggetti residenti è tassato in Cambogia ovunque prodotto, mentre per i soggetti non residenti il reddito è assoggettato a tassazione nel Paese soltanto se deriva da una fonte cambogiana.
Una persona fisica è considerata residente in Cambogia se soddisfa una delle seguenti condizioni:
ha la residenza o la dimora principale o se è presente in Cambogia per un periodo superiore a 182
giorni in un periodo di 12 mesi che termina nell'anno fiscale in corso. Una persona giuridica è
considerata residente se la sede principale ovvero la gestione o il controllo sono in Cambogia.

Imposizione diretta

Imposta sui salari
Il sistema fiscale della Cambogia non prevede l'imposta sul reddito personale. Tuttavia, le persone
fisiche residenti e non residenti sono soggette mensilmente all'imposta sui salari sul reddito
derivante dall’attività lavorativa. Come già evidenziato, i soggetti residenti sono soggetti
all’imposta sui salari per i redditi ovunque prodotti, mentre quelli non residenti solo sul reddito
realizzato in Cambogia.
L’imposta si applica al reddito da lavoro dipendente sotto qualsiasi forma: salari, stipendi,
straordinari, bonus, gratifiche. Il reddito mensile imponibile si compone, quindi, di tutti i pagamenti
in denaro o in natura ad eccezione dei pagamenti classificati come fringe benefit sono soggetti ad
un regime fiscale separato.
Il datore di lavoro deve trattenere mensilmente l'imposta sui salari prima del pagamento dello
stipendio e deve riversarla all'amministrazione fiscale entro il 15° del mese successivo.
Per i soggetti residenti l'imposta sul salario dovuta è determinata sulla base della retribuzione
imponibile mensile e viene trattenuta con le aliquote fiscali progressive come indicato nella
seguente tabella:
 
Stipendio mensile imponibile

eccedente non eccedente aliquota
0 800.000 KHR 0%
800.001 KHR 1.250.000 KHR 5%
1.250.001 KHR 8.500.000 KHR 10%
8.500.001 KHR 12.500.000 KHR 15%
12.500.001 KHR e oltre 20%

Un’aliquota forfettaria del 20% si applica, invece, agli stipendi mensili dei non residenti.

Imposta sulle indennità accessorie (Fringe Benefits)
L’imposta sulle indennità accessorie è applicata ai fringe benefits imponibili corrisposti dal datore
di lavoro, tra cui la fornitura di veicoli, alloggio, alimenti, il personale domestico, prestiti agevolati,
vendite scontate, assistenza educativa, premi assicurativi e contributi pensionistici superiori ai
livelli previsti dal diritto del lavoro. L’imposta sulle indennità accessorie è a carico del beneficiario.
I Fringe Benefits sono imponibili ad un tasso del 20% del valore totale della prestazione erogata. Ai
fini dell'imposta, il valore del beneficio è il valore di mercato, comprensivo di imposte.
Imposta sulle proprietà
Si tratta di una tassa applicata alle proprietà immobiliari per un valore superiore a 100 milioni di riels in riferimento a terreni, case, edifici e altre costruzioni costruite sul terreno, con un’aliquota dello 0,1% sulla proprietà. La base imponibile è il valore di terre, case, edifici e altre costruzioni che vengono costruite sulla terra con la deduzione di 100 milioni di riel. 

Imposta sui profitti
L'imposta sui profitti è riscossa con un’aliquota standard del 20%. Sono, tuttavia, previste delle
eccezioni: l’aliquota è del 30% sui redditi derivanti dal petrolio o dalla produzione di gas naturale e
dallo sfruttamento delle risorse naturali Per le persone fisiche che esercitano un’attività d’impresa o
professionale le aliquote sono progressive e vanno dallo 0% al 20%.
La normativa fiscale disciplina un’ulteriore imposizione sui utili, che ha luogo al momento della
distribuzione dei dividendi, a carico della società distributrice. 

Minimum Tax
Il sistema fiscale prevede, inoltre, l’applicazione di un’imposta minima. Si tratta di un’imposta
annuale distinta dall’imposta sui profitti la cui aliquota è pari 1% del fatturato annuale,
comprensivo di tutte le imposte eccetto l’IVA. Se l'imposta sui profitti supera l'importo della tassa
minima, il contribuente non è responsabile per il minimo fiscale.

Withholding tax (WHT)
Al sostituto d’imposta è affidata la responsabilità di dedurre l'imposta da determinati redditi e di
riversare poi l’imposta all’Autorità Fiscale. Può trattarsi sia un pagamento finale o di un acconto.
Le ritenute si applicano sia ai soggetti residenti che a quelli non residenti secondo le aliquote
indicate nel seguente prospetto:

tipologia di pagamento aliquota soggetto residente aliquota soggetto non residente
interessi 4-6-15% 14%
dividendi - 14%
royalties 15% 14%
canoni di locazione 10% 14%
commissione per servizi tecnici 15% 14%


Obblighi strumentali, dichiarazioni, versamenti
L'anno fiscale in Cambogia va dal 1° gennaio al 31 dicembre. Tuttavia, su richiesta, l’Autorità
Fiscale può consentire a un contribuente di adottare un periodo d’imposta non coincidente con
l’anno solare.
Le dichiarazioni dei redditi relative all’imposta sui profitti e all’imposta minima devono essere
presentate, generalmente, entro tre mesi dalla fine dell’anno fiscale. Le dichiarazioni consolidate
non sono ammesse, ogni società del gruppo dovrà presentare la propria dichiarazione. I
contribuenti residenti devono, inoltre, versare acconti mensili dell’imposta sui profitti, nella misura
dell’1% del fatturato mensile comprensivo di tutte le imposte, eccetto l'IVA. I versamenti devono
essere effettuati entro il 15° giorno del mese successivo. Il pagamento degli acconti può essere
utilizzato per compensare l'imposta annuale sui profitti o la passività fiscale minima.
I datori di lavoro e i sostituti d'imposta devono trattenere l’imposta sui salari e le ritenute
d'acconto, rispettivamente sui salari dei dipendenti o del soggetto che percepisce un reddito,
prima di effettuare i pagamenti. Le dichiarazioni relative ai salari e alle ritenute devono essere
presentate mensilmente all’Autorità Fiscale e devono contenere le informazioni sui dipendenti e
sui destinatari dei pagamenti. Le dichiarazioni e i versamenti delle trattenute devono essere
inoltrate all’Autorità Fiscale entro il 15° giorno del mese successivo. Il sistema fiscale della
Cambogia non prevede la presentazione di una dichiarazione annuale.

Imposizione indiretta
In Cambogia l’imposta sul valore aggiunto si applica secondo due aliquote principali: l’aliquota standard al 10% e una “Zero Rate”. Le principali esenzioni riguardano le prestazioni sanitarie, l’istruzione, i servizi finanziari e assicurativi, le forniture elettriche, i servizi postali, i servizi di trasporto pubblico, le attività noprofit di interesse pubblico. Secondo i chiarimenti forniti dalle faq disponibili sul sito dell’amministrazione finanziaria cambogiana, “ogni fornitura che non è esente dall’Iva è soggetta all’aliquota standard”.  
La partita IVA è obbligatoria per le imprese residenti che devono completare la procedura di
registrazione entro 30 giorni dallo svolgimento delle operazioni imponibili. Le dichiarazioni IVA
sono identificate dal Taxpayer Identification Number (TIN), che le imprese ottengono al momento
della registrazione. La dichiarazione IVA deve essere presentata e l’imposta versata entro 20 giorni
dalla fine del mese in cui l’operazione imponibile ha avuto luogo.

Imposte su particolari beni e servizi
Il fisco cambogiano prevede, inoltre, una serie di imposte specifiche su determinati beni e servizi prodotti localmente o di importazione. I prodotti soggetti a questa imposta specifica sono le bibite analcoliche, la birra e le bevande alcoliche (20%), le sigarette (15%). Queste imposte specifiche si applicano inoltre ai servizi di intrattenimento, al trasporto aereo di passeggeri (10%) e ai servizi telefonici (3%).
Il contribuente che produce o fornisce tali beni o servizi è tenuto a versare tale imposta all'amministrazione fiscale entro il 20 del mese successivo a quello in cui vengono effettuate le forniture.

Capitale: Phnom Penh
Lingue: khmer (ufficiale), inglese
Moneta: Riel (KHR)


Fonti di riferimento:

Scheda Paese precedente a cura di Simona Forlenza
Dipartimento fiscale (ministero Economia e Finanze del Regno di Cambogia)
Pagina Ice   (Italian Trading Agency – Mise)


La presente Scheda ha scopi esclusivamente informativi, non impegna in alcun modo né la direzione del giornale né l’Agenzia delle Entrate.


aggiornamento: maggio 2020

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/schede-paese/articolo/cambogia