Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Schede Paese

Guatemala

Nel Paese centro-americano vige il principio di tassazione territoriale sia per i soggetti residenti sia per i non residenti

Thumbnail

Nello Stato centro americano, come in altri Paesi dell’area, vige il principio di tassazione territoriale, per cui sia i residenti che i non residenti sono soggetti a tassazione solo per i redditi di fonte guatemalteca.

Persone fisiche: imposte sul reddito
Una persona fisica è considerata residente in Guatemala se vi rimane per almeno183 giorni in un anno o se vi ha il centro dei propri interessi economici. L’imposta sui redditi delle persone fisiche interessa i redditi derivanti da attività di lavoro dipendente, lavoro autonomo, d’impresa e da capitali. È previsto un regime specifico per ciascuna categoria reddituale.
I redditi da lavoro dipendente comprendono tutte le remunerazioni ed  entrate in qualsiasi forma ricevute nell’ambito di un rapporto di dipendenza, con eccezione dei redditi esenti da imposta. Il reddito imponibile viene determinato effettuando alcune deduzioni:

  • Una deduzione standard di 48 mila quetzal per spese personali che non occorre documentare
  • le donazioni;
  • i contributi previdenziali;
  • i premi di assicurazione sulla vita.
  • fino a 12 mila quetzal sotto forma di credito di imposta per l’Iva pagata e debitamente documentata, fino, al massimo, a un importo pari all’imposta sui redditi dovuta.

L’imposta viene calcolata applicando il 5% ai primi 300mila quetzal ed il 7% per le eccedenze. I non residenti sono invece tassati con un’aliquota unica al 15% applicata con ritenuta alla fonte. I datori di lavoro devono effettuare le ritenute sui pagamenti di qualsiasi natura effettuati per prestazioni di lavoro dipendente.
I lavoratori sono tenuti a presentare la dichiarazione dei redditi entro i primi tre mesi dell’anno successivo al periodo d’imposta di riferimento unicamente nel caso in cui il datore di lavoro non effettui le ritenute o le effettui in misura inferiore al dovuto oppure si abbia un reddito superiore a 48mila quetzal.
I redditi provenienti da attività di lavoro autonomo o di impresa sono tassati secondo le modalità e le aliquote previste per l’imposta sulle società.
I redditi da capitale - mobiliare o immobiliare - e le relative plusvalenze sono tassate al 10% con l’eccezione dei dividendi o simili, per i quali l’aliquota è del 5%. Anche gli interessi sono tassati al 10% mentre le royalties al 15%.

Società: imposte sul reddito e altre imposte dirette
Analogamente a quanto previsto per l’imposta sui redditi delle persone fisiche, anche per l’imposta sul reddito delle società vale il principio territoriale, per cui sono tassati solo i redditi di fonte nazionale, indipendentemente dalla residenza del soggetto. Una persona giuridica risulta residente se è costituita secondo le leggi guatemalteche o se ha il proprio domicilio fiscale o sede nel Paese.
Il contribuente può scegliere tra il regime fiscale ordinario basato sull’utile (ossia sulla differenza tra ricavi e costi necessari alla loro produzione) e uno opzionale basato sui ricavi. I redditi passivi (dividendi, interessi ecc.) sono sottoposti a tassazione separata con modalità analoghe a quanto visto per le persone fisiche.
Il regime basato sull’utile  prevede un’aliquota del 25%. La base imponibile viene calcolata a partire dai ricavi lordi, cui vengono dedotti i redditi esenti (al netto dei relativi costi) e le spese necessarie per la produzione del reddito imponibile, secondo quanto previsto dalla legge. Gli interessi passivi sono deducibili fino a tre volte il tasso di interesse applicato all’attivo netto totale. Tale limite non si applica alle società finanziarie.
Gli ammortamenti vanno effettuati in maniera costante con percentuali differenziate per categoria di beni.
Non è prevista la possibilità di portare in deduzione dal reddito le perdite operative subite negli anni precedenti, mentre le perdite in conto capitale possono essere compensate esclusivamente con redditi da capitale entro i successivi due anni. Il contribuente liquida l’imposta dovuta ogni tre mesi e presenta la dichiarazione dei redditi entro tre mesi dalla fine dell’anno provvedendo all’eventuale saldo. L’anno di imposta corrisponde con quello solare.

Nel regime opzionale sono, invece, considerati i ricavi lordi (al netto di quelli esenti) cui viene applicata un’aliquota pari al 5% per i primi 30 mila quetzal e  al 7% per le eccedenze. La liquidazione dell’imposta deve essere effettuata mensilmente.

I pagamenti a non residenti sono soggetti a ritenuta alla fonte pari al 5% per i dividendi, 10% per gli interessi e 15% per le royalties.
Il contribuente può stipulare accordi di ruling internazionale con l’amministrazione per la definizione previa dei prezzi di trasferimenti. Non è possibile effettuare la tassazione di gruppo.

Le attività economiche con ricavi inferiori ai 150mila quetzal possono accedere ad un regime fiscale semplificato per i piccoli contribuenti.  Tale regime permette l’esenzione dall’imposta sui redditi, da quella di solidarietà  e dall’Iva e la semplificazione degli obblighi contabili in cambio di una imposta sostitutiva pari al 5% dei ricavi. 

L'imposta di solidarietà
L’imposta di solidarietà si applica in abbinamento al regime fiscale ordinario ed è pari all’1% del maggiore tra il totale delle attività ed i ricavi lordi. Sono esenti le  seguenti categorie di contribuenti:

  • coloro che hanno iniziato un’attività nel corso dell’anno di imposta;
  • quanti hanno subito perdite per due anni successivi. In tal caso sono esonerati dal pagamento dell’imposta per i quattro anni successivi.

L’imposta costituisce un credito ai fini di quella sul reddito delle società ed utilizzabile in compensazione per un periodo di tre anni.
L’imposta viene determinata e liquidata trimestralmente e con versamenti da effettuare nel mese immediatamente successivo alla fine del trimestre considerato.

L'Imposta sul valore aggiunto
Sono soggetti all’Imposta sul valore aggiunto la vendita di beni mobili e immobili, le prestazioni di servizi, le importazioni, la locazione di beni mobili e immobili e le donazioni tra vivi.
Sono esenti dal pagamento dell’imposta:

  • l’importazione di beni capitali utilizzati per l’attività produttiva delle cooperative
  • le esportazioni di beni e servizi
  • i trasferimenti di beni mobili ed immobili nel caso di apporti a società, fusioni tra società,eredità
  • le operazioni tra le cooperative e i loro soci o altre cooperative
  • la vendita al dettaglio nei mercati cantonali e municipali di beni alimentari nel caso che questa non superi i 100 quetzal per transazione
  • la vendita di abitazioni inferiori ai 60 metri quadrati
  • la vendita di medicinali generici, tradizionali e altri tipologie specifiche di medicinali.

L’imposta ha un’aliquota unica pari al 12% e funziona con un sistema sostanzialmente simile a quello italiano, con un debito d’imposta per l’Iva sulle vendite e un credito per l’imposta pagata sugli acquisti. Nel caso di vendita di veicoli a motore usati, l’imposta verrà pagata con una tariffa fissa che varia a seconda del numero di anni passati dalla prima immatricolazione del veicolo.
La liquidazione Iva è effettuata mensilmente e, nel caso in cui rimanga un credito, può essere riportato al periodo successivo. Ai fini del controlli sulla corretta applicazione della normativa, il contribuente Iva deve emettere e conservare le fatture per le vendite effettuate e le note di debito e di credito, mantenere il libro degli acquisti e delle vendite.

Altre tasse e imposte

Accise su carburante e bevande alcoliche
L’imposta colpisce la distribuzione di tali prodotti di produzione nazionale o di importazione e viene liquidata dal produttore o importatore nel momento in cui queste sono poste in distribuzione sul territorio nazionale. La base imponibile è il prezzo di vendita consigliato al consumatore finale al netto dell’Iva e dell’imposta. Tale prezzo deve essere dichiarato dal produttore o importatore all’Amministrazione fiscale ogni volta che varia. L’aliquota è differenziata a seconda della tipologia di prodotto. Per i carburanti varia tra lo 0,5% ed il 4,6% mentre per le bevande alcoliche tra il 6% e l’8,5%.

L’imposta sugli immobili
L’imposta colpisce in maniera progressiva il valore catastale degli immobili con aliquota progressiva dal 0,2% fino allo 0,9%.

Imposta di successione e sulle donazioni
L’imposta di successione varia a seconda del grado di parentela con il decuius e con l’ammontare di quanto ricevuto. Per il coniuge, gli ascendenti e discendenti l’imposta varia tra lo 0% ed il 7%. Per gli altri parenti fino al 4° grado dal 3% al 12% mentre per gli altri tra il 9 ed i 25%. Per le donazioni tra vivi si applica l’Iva al 12%.

Rapporti internazionali
Il Guatemala non ha attualmente accordi contro le doppie imposizioni in quanto l’unico accordo firmato, ossia quello con il Messico, non è ancora entrato in vigore. Il Paese ha aderito alla Convenzione multilaterale per l’assistenza amministrativa reciproca in materia fiscale. Secondo il report pubblicato nel 2019 dal Forum per la trasparenza e lo scambio di informazioni a scopo fiscale dell’Ocse, il Guatemala non soddisfa ancora gli standard previsti in materia di scambio di informazione a richiesta. Inoltre, malgrado l’impegno intrapreso, non è ancora operativa la possibilità di scambio automatico dei dati fiscali.

Capitale: Città del Guatemala
Lingua ufficiale: spagnolo
Moneta: quetzal gautemalteco (GTQ)
Forma istituzionale repubblica presidenziale

Fonti
SAT: Sito dell’amministrazione fiscale guatemalteca
Deloitte, International tax Guatemala hightlights 2019
Pwc tax summaries, Guatemala
Pkf, Latin america tax guide 2018-2019
EY, 2019 Worldwide Corporate Tax Guide- Guatemala
      2018-19 Worldwide Personal Tax and Immigration Guide-Guatemala
      2019 Worldwide VAT, GST and Sales Tax Guide- Guatemala
Ocse, Global Forum on Transparency and Exchange of Information for Tax Purposes: Peer Review Report on the Exchange of Information on Request Guatemala 2019 (Second Round)
 


La presente Scheda ha scopi esclusivamente informativi, non impegna in alcun modo né la direzione del giornale né l’Agenzia delle Entrate.


aggiornamento: gennaio 2020

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/schede-paese/articolo/guatemala