Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Schede Paese

Guinea equatoriale

Stato dell'Africa centrale confina con il Camerun a Nord, Gabon a est e sud, con il Golfo di Guinea a ovest

Thumbnail
La Repubblica della Guinea equatoriale è uno Stato dell'Africa centrale. La zona continentale confina con il Camerun a nord, Gabon a est e sud, e Golfo di Guinea a ovest. La parte insulare è costituita dall' isola di Bioko, su cui è situata la capitale Malabo, e dall’isola di Annobón. La Guinea equatoriale è uno degli Stati più piccoli in termini di superficie e il più piccolo per popolazione. Con un pil pari circa a 26.487 dollari pro capite, la Guinea equatoriale ha il reddito più alto di tutta l'Africa. La bilancia commerciale è in forte attivo, con le esportazioni che superano ampiamente le importazioni; l'inflazione è relativamente bassa. La scoperta di vasti giacimenti di petrolio ha cambiato totalmente l’economia del Paese, a partire dal 1994. La Guinea Equatoriale è il terzo produttore dell'Africa sub-sahariana, dopo la Nigeria e Angola. Tuttavia, la situazione del Paese è ancora difficile, perché le ricchezze derivanti dal settore petrolifero sono distribuite in modo poco equo, e tendono a concentrarsi su una porzione poco estesa della popolazione totale. Nel territorio guineano sono stati scoperti giacimenti di diamanti, oro, uranio e manganese fra i più importanti del mondo. L'agricoltura impiega quasi il 50% della forza-lavoro totale del Paese anche se la superficie utilizzabile è limitata al 5%.
 
Aspetti politico costituzionali
La Guinea equatoriale è una repubblica. L'attuale costituzione, approvata nel 1991 e modificata nel 1995, ha messo formalmente fine alla dittatura aprendo al multipartitismo. Il Presidente, eletto ogni sette anni a suffragio universale, ricopre il ruolo di Capo di Stato, e nomina il Primo Ministro, che è, invece, il Capo del Governo oltre che membro della Camera dei Rappresentanti, composta da 80 membri eletti ogni cinque anni, che esercita insieme al Senato il potere legislativo.
 
L’imposizione diretta
La normativa di riferimento del sistema fiscale è contenuta nella legge n.4 del 2004 rubricata Riordino del Sistema di tassazione nella Repubblica della Guinea equatoriale.
 
Il principio del world wide income e concetto di soggetto residente
Il sistema fiscale della Guinea Equatoriale è informato al principio del world wide income per quanto riguarda i soggetti residenti che sono tassati per i loro redditi ovunque prodotti mentre i non residenti sono tassati solo sui redditi derivanti da una fonte in Guinea equatoriale.
Un soggetto è considerato residente a fini fiscali in Guinea equatoriale se soddisfa una delle seguenti condizioni: ha una dimora in qualità di proprietario o affittuario, ha la sua residenza principale in Guinea equatoriale; se è presente per più di tre mesi in un anno solare ovvero per più di sei mesi nell'arco di due anni consecutivi; svolge operazioni o presta servizi retribuiti in Guinea equatoriale. Le persone fisiche che operano nel settore degli idrocarburi, devono essere presenti in Guinea equatoriale per più di tre mesi in un anno solare per essere considerati residenti. Va, inoltre, rilevato che le assenze per periodi inferiori a 30 giorni non vengono prese in considerazione nel calcolo del periodo di soggiorno.
 
Tassazione delle persone fisiche
L'imposta sulle persone fisiche deve essere versata annualmente da tutti gli individui a partire dal diciottesimo anno di età. Risulta tassabile il reddito da lavoro dipendente sotto qualsiasi forma: salari, stipendi, straordinari, bonus, gratifiche. I redditi derivanti da prestazioni accessorie, in denaro e in natura, sono imponibili a tassi specifici sul salario lordo, come mostrato nella seguente tabella:

 
Prestazioni accessorie aliquota
alloggio 15%
servizi domestici 15%
acqua ed eletricità 5%
veicoli aziendali 5%
cibo (max 150.000 XFA) 20%
spese professionali (max 1.000.000 annui) 20%


Inoltre, sono imponibili: i proventi derivanti da investimenti, come ad esempio i dividendi percepiti da persone fisiche residenti; i redditi da lavoro autonomo; le plusvalenze derivanti dalla vendita di azioni, opzioni, titoli, obbligazioni, prestiti, depositi o dalla vendita del patrimonio immobiliare. Tali redditi sono inclusi nel reddito imponibile e soggetti all'imposta sul reddito con le aliquote fiscali progressive riportate nel seguente prospetto:


 
Reddito imponibile
 
eccedente non eccedente aliquota
0 1.000.000 XFA 0%
1.000.001 XFA 3.000.000 XFA 10%
3.000.001 XFA 5.000.000 XFA 15%
5.000.001 XFA 10.000.000 XFA 20%__
10.000.001 XFA 15.000.000 XFA 25%__
15.000.001 XFA 20.000.000 XFA 30%
20.000.001 XFA
e oltre 
  35%


I seguenti tipi di reddito sono esenti da imposta: pagamenti speciali destinati a coprire le spese inerenti alla natura del rapporto di lavoro, come ad esempio le indennità di viaggio, assegni familiari, borse di studio, indennità per gli di infortuni sul lavoro, premi di anzianità, ecc.
I non residenti sono soggetti a ritenuta alla fonte nella misura del: 10% sullo stipendio lordo guadagnato in Guinea equatoriale; 25% sui dividendi e sulle plusvalenze.
 
Tassazione delle persone giuridiche
Le società residenti in Guinea equatoriale sono soggette all'imposta sulle società con un’aliquota del 35% per i redditi ovunque prodotti. Le società non residenti sono tassate solo per sul reddito prodotto nel Paese con una ritenuta alla fonte del 10% applicata al reddito lordo. Un persona giuridica è considerata residente se opera in Guinea equatoriale per più di 3 mesi in un anno di solare ovvero per 6 mesi in due anni. Per le società operanti nel settore degli idrocarburi vale solo la prima condizione. Il reddito imponibile è dato dai profitti, incluse le plusvalenze, al netto delle deduzioni e delle perdite ammesse. I proventi di natura capitale non sono inclusi nel reddito imponibile. Le perdite possono essere portate in avanti per tre anni, cinque per le società operanti nel settore degli idrocarburi.
Il sistema fiscale prevede l’applicazione di una imposta minima alternativa pari al 3% (dal primo gennaio 2015) del fatturato dell’anno precedente. L'imposta viene applicata alle società in perdita o quando l’ammontare della imposta minima è superiore al 35% dei profitti imponibili.
 
Withholding Taxes
Al sostituto d’imposta è affidata la responsabilità di dedurre l'imposta da determinati redditi e di riversare poi l’imposta all’Autorità fiscale. Le ritenute sono applicate ai pagamenti in favore di soggetti non residenti con le aliquote indicate nel seguente prospetto:

 
Tipologia di reddito Percentuale
dividendi 25%
interessi 25%
royalties 10%
commissione per servizi tecnici 10%


Obblighi dichiarativi
L'anno fiscale in Guinea equatoriale va dal 1° gennaio al 31 dicembre. I datori di lavoro devono presentare dichiarazioni dei redditi relative ai loro dipendenti. Mensilmente il datore di lavoro compila una dichiarazione relativa alle ritenute alla fonte applicate ai guadagni dei propri dipendenti e la trasmette all’autorità fiscale il entro il quindicesimo giorno del mese successivo.
Le società devono presentare la dichiarazione dei redditi e versare l’imposta dovuta entro 30 aprile dell’anno successivo. L’imposta minima alternativa deve essere versata annualmente entro il 31 marzo.
 
Imposizione indiretta
L’imposta sul valore aggiunto (IVA) si applica alle cessioni di beni e di servizi. L’aliquota generale è del 15%. Le esportazioni sono zero rating (0%).
La registrazione ai fini Iva è obbligatoria per i soggetti residenti mentre i non residenti devono nominare un rappresentante residente che sarà solidalmente responsabile per il pagamento e l’adempimento delle altre formalità dell’imposta.
I contribuenti devono presentare la dichiarazione Iva mensilmente entro il quindicesimo giorno del mese successivo a quello di riferimento. Il versamento dell’imposta deve avvenire entro i quindici giorni successivi alla presentazione della dichiarazione.

 
Capitale: Malabo
Popolazione: 757.000 circa.
Superficie: 28.051 chilometri quadrati
Lingue: spagnolo, francese, lingue locali.
Forma istituzionale: repubblica
Moneta:  franco CFA (XAF)
Accordi bilaterali: La Guinea equatoriale ha siglato trattati contro le doppie imposizioni con i Paesi della Comunità economica degli Stati dell'Africa centrale (CEMAC). Inoltre ha concluso un trattato con la Spagna per la promozione e reciproca protezione degli investimenti.




Fonti di riferimento:
Fonte 1
Fonte 2
 



La presente Scheda ha scopi esclusivamente informativi, non impegna in alcun modo né la direzione del giornale né l’Agenzia delle Entrate.



aggiornamento: agosto 2017
 
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/schede-paese/articolo/guinea-equatoriale