Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Schede Paese

Seychelles

Stato insulare il cui territorio è costituito da un arcipelago di 115 isole, ed è localizzato nell'Oceano indiano

Thumbnail
Le Seychelles sono uno Stato insulare il cui territorio è costituito da un arcipelago di 115 isole, localizzato nell'Oceano Indiano. L'arcipelago si trova a nord-est del Madagascar, a 1500 km dalla costa dell'Africa orientale e sono considerate geograficamente parte del continente africano. Dalla data dell'indipendenza dal Regno Unito, nel 1976, l’economia del Paese si è basata soprattutto sul turismo e sui servizi finanziari. L’industria del turismo occupa il 30% della forza lavoro e fornisce oltre il 70% degli introiti in valuta estera. Il Paese ha, infatti, sempre incoraggiato gli investimenti stranieri soprattutto nel settore alberghiero e turistico al punto, quasi, da annullare le modeste imprese tradizionali. Di recente, allo scopo di ridurre l'eccessiva dipendenza dal turismo, il Governo sta promuovendo l'agricoltura moderna, le attività di pesca, soprattutto del tonno, le piccole imprese manifatturiere locali e il settore finanziario offshore. Va anche segnalato che le Seychelles sono diventate uno dei paesi più indebitati del pianeta data l'affidabilità del Paese e la conseguente possibilità ad ottenere credito. Infatti, il Governo è attualmente impegnato in una politica volta ad ottenere il risanamento dei conti pubblici attraverso una generale riduzione delle spese promuovendo le privatizzazioni e riducendo i servizi che gravano maggiormente sui conti pubblici.

Aspetti politico costituzionali
Secondo la Costituzione del 1993, il Presidente delle Seychelles è anche del Capo del Governo, è eletto per voto popolare e resta in carica per cinque anni. Il Parlamento delle Seychelles è unicamerale, ed è composto da 34 membri dei quali 25 sono eletti direttamente con voto popolare ed i restanti 9 sono eletti con criterio proporzionale in accordo con la percentuale di voti ricevuta dai partiti politici. Il mandato è quinquennale, Il sistema giudiziario è basato sulla Common Law britannica e sul diritto francese.

Seychelles Revenue Commission (SRC)
Le competenze della SRC, operativa dal 2010, sono definite nel The Seychelles Revenue Commission Act del 2009. La SRC è un organismo semi indipendente che opera con la super visione del Ministero delle Finanze ed è presieduta da un Commissario. L’organismo è responsabile dell’accertamento e della riscossione delle entrate e promuove il rispetto delle leggi fiscali prendendo tutte le misure necessarie per contrastare la frode fiscale o le altre forme di evasione fiscale. 
Tra gli obiettivi della SRC si evidenziano: l’ottimizzazione della riscossione delle entrate, fornire un servizio efficiente, efficace e professionale al pubblico, promuovere il rispetto volontario delle leggi fiscali, promuovere la trasparenza dei servizi fiscali ecc. 
La struttura organizzativa è composta da tre divisioni principali: Imposte Domestiche, Dogana e Servizi di supporto. Ogni divisione è diretta da un Commissario Assistente. Il Vice Commissario è incaricato di dirigere l’Ufficio dedicato ai progetti di riforma. Il Vice Commissario e i Commissari Assistenti riferiscono direttamente al Commissario dell’SRC.

Imposizione diretta
Le principali forme di imposizione diretta sono: 

Imposta sul reddito personale
Gli individui che esercitano un'attività lucrativa nelle Seychelles sono soggetti all'imposta sul reddito ad un tasso del 15% sull’ammontare lordo degli emolumenti percepiti. 
Il reddito soggetto ad imposta comprende il reddito da lavoro dipendente, da lavoro autonomo, d’impresa e i proventi da investimento.
In particolare, ai sensi dell’Income and Non- monetary Benefits Act del 2010, le persone impiegate nelle Seychelles sono soggette ad imposta ad un tasso del 15% sui loro compensi lordi. Gli emolumenti lordi consistono nelle remunerazioni in denaro ricevute da un lavoratore dipendente e includono salari, stipendi, indennità di cassa, gettoni di presenza ecc. I benefici non monetari, come alloggio e utenze domestiche, forniti dai datori di lavoro ai dipendenti nel corso di un contratto di lavoro sono soggetti ad imposta ad un tasso del 20% del valore imponibile dei benefici non monetari. Tale ultima imposta grava sui datori di lavoro. Il valore imponibile del beneficio non monetario è ridotto nella misura in cui quest’ultimo è utilizzato dal lavoratore subordinato per l’esercizio delle sue funzioni. 
Le persone fisiche che esercitano un'attività commerciale, industriale o professionale sono soggette all’imposta sui loro redditi imponibili. Il reddito imponibile è dato dal reddito lordo al netto degli importi deducibili e dei redditi esenti. Le spese sono generalmente deducibili nella misura in cui sono sostenute per le finalità d’impresa al fine di generare il reddito lordo. 

Withholding Taxes
Per quanto riguarda i proventi da investimenti va segnalato che sui dividendi e sulle royalties pagati a soggetti non residenti è imposta una ritenuta alla fonte ad un tasso del 15%. In particolare, sono soggetti alla ritenuta del 15% le royalties pagate a soggetti non residenti per l'uso o diritto ad utilizzare: diritti d'autore, brevetti, disegni, modelli, marchi, formule segrete, processi o know-how, attrezzature tecniche, industriali, commerciale o scientifiche, ecc.
I dividendi e le royalties pagati ai soggetti residenti non sono soggetti a ritenuta alla fonte e sono, dunque, esenti da imposta. 
Si applica una ritenuta alla fonte anche agli interessi versati a soggetti residenti e non residenti se diversi dalle banche, società finanziarie ecc. La ritenuta fiscale varia dal 5% al 33%. L’aliquota del 33% si applica solo agli interessi versati sui titoli al portatore.
Le aliquote delle ritenute, applicate ai pagamenti in favore di soggetti residenti e non residenti, sono sintetizzate nel seguente prospetto:



Tipologia di reddito                                                                                                                                                        Percentuale (WHT)
tipologia di pagamento aliquota sogg. residente aliquota sogg. non residente
dividendi 0% 15%
interessi 0%- 33% 0%- 33%
royalties, licenze 0% 15%

 

Corporate Income Tax
L’imposta sul reddito delle società è regolata dal Business Act Tax del 2009. Ai sensi di tale legge, una società è considerata residente ai fini fiscali se è costituita nelle Seychelles ovvero se la gestione centralizzata e il controllo della stessa si trovano nelle Seychelles o se la maggioranza dei voti è controllata da azionisti che sono residenti nelle Seychelles. 
Le società residenti e le società estere sono tassate solo sul reddito generato nelle Seychelles, secondo il principio della territorialità.
L'imposta su reddito delle società viene riscossa su redditi imponibili con un’aliquota del 25% sul primo milione di reddito imponibile e del 30% sul reddito eccedente. 
Il sistema fiscale prevede, però, delle eccezioni.
I redditi degli istituti finanziari, delle società di telecomunicazioni, delle aziende produttrici di alcolici e tabacchi e delle compagnie assicurative sono imponibili con l’aliquota del 25% sul primo milione di reddito imponibile e del 33% sull’eccedenza. 
Le società quotate nella borsa valori delle Seychelles sono soggetti ad imposta ad un tasso del 25%.
Le International Business Companies (IBC) sono esenti dall'imposta sul reddito delle società in Seychelles mentre le Special License Companies (Csl) sono tassate con un’aliquota forfettaria del 1,5% sul loro reddito mondiale.
Il reddito d’impresa imponibile è costituito dagli utili ed è calcolato sottraendo dal reddito lordo il reddito esente e le gli importi ammessi in deduzione. 
Come regola di base, tutte le spese sostenute interamente ed esclusivamente per le finalità di impresa e che sono sostenute per generare il reddito lordo della società possono essere dedotte (materie prime, materiali di consumo, costi del personale, premi assicurativi, interessi, royalties, ecc.).
Le perdite generalmente possono essere dedotte dal reddito imponibile e portate in avanti nei cinque anni successivi a quello in cui si sono verificate. Le plusvalenze, invece, non sono imponibili nelle Seychelles. 

Imposizione indiretta
L’imposta sul valore aggiunto (Iva) è stata introdotta il 1 luglio 2012 e ha sostituito la precedente forma di imposizione indiretta chiamata Good and Service Tax. (GST). Il sistema IVA si basa sul VAT Act del 2010 emendato nel 2012. 
L’imposta si applica sulle cessioni di beni e di servizi, nonché alle importazioni di beni e di servizi, nelle Seychelles con un’aliquota generale è del 15%. 
In generale, tutti i beni e servizi che vengono esportati sono ad aliquota zero (0%) così come alcuni beni e servizi che vengono forniti sul mercato locale: riso, sale, zucchero, pesce, carne, frutta e verdura, oli commestibili, giornali, riveste e periodici, alimenti per l’infanzia, servizi pubblici ecc. 
Le principali esenzioni riguardano, invece, l’istruzione, le prestazioni sanitarie, le prestazioni relative a servizi finanziari e assicurativi, fornitura di beni o servizi donati a livello internazionale ad un’organizzazione no-profit ecc.
La partita IVA è obbligatoria per le imprese il cui fatturato annuale imponibile supera i 3 milioni di SCR a decorrere dal 1° gennaio 2014. E’ facoltativa qualora il fatturato annuale è al di sotto di tale soglia. Qualora, invece il fatturato derivi esclusivamente da operazioni esenti non è necessario procedere alla richiesta di partita IVA.
La presentazione della dichiarazione Iva e il versamento dell’imposta hanno cadenza mensile o trimestrale a seconda del periodo d’imposta del contribuente, e devono essere effettuate entro il ventunesimo giorno del mese o del trimestre successivo. In particolare, rientrano nella prima ipotesi i contribuenti con un fatturato superiore a 3 milioni di SCR, nella seconda quelli con un fatturato inferiore a tale soglia. 
Dal 13 aprile 2017 alcuni beni, tra cui latte, formaggio, caffè, sono stati inseriti nella lista dei beni esenti.

Obblighi strumentali, dichiarazioni, versamenti
L'anno fiscale coincide con l’anno solare, cioè va dal 1° gennaio al 31 dicembre. 
Tutte le imprese, individuali, società di persone o società, devono registrarsi all’atto della loro costituzione presso la SRC per avere un’identità contributiva e fiscale.
Le Seychelles hanno introdotto dal 1° gennaio 2010 un sistema autovalutazione che consente ai contribuenti di determinare il proprio reddito imponibile, per il periodo d'imposta in corso, applicando le deduzioni ed esenzioni consentite e di calcolare il debito d'imposta ovvero la perdita netta d’esercizio. Il sistema di autovalutazione, più moderno, semplice ed equo pone il contribuente in una posizione di maggiore responsabilità nella valutazione del proprio debito o rimborso fiscale. In base al sistema di autovalutazione, quanto dichiarato dal contribuente è, generalmente, accettato dalla SRC che emette un avviso di accertamento per il pagamento di quanto dovuto.
Le dichiarazioni dei redditi annuali devono essere presentate e l’imposta dovuta deve essere versata entro il 31 marzo dell’anno successivo. Per assicurare l'integrità del sistema fiscale, la legge prevede che la SRC può controllare e modificare le dichiarazione dei redditi non conformi a quanto precedentemente dichiarato con l’autovalutazione, entro due anni che decorrono dall’esigibilità dell’imposta dovuta. Qualora si applichino le disposizioni anti- elusive, o in relazione ai contribuenti con problematiche fiscali più complesse, il periodo è di quattro anni. Se ricorrono gli estremi dell’evasione o della frode fiscale, non vi è alcun limite di tempo sulla modifica della dichiarazione.
Il sistema fiscale delle Seychelles non ammette le dichiarazioni consolidate ogni società del gruppo dovrà presentare la propria dichiarazione.
Si fa presente, infine, che i datori di lavoro devono trattenere mensilmente i contributi pensionistici e le imposte sulle retribuzioni dei propri dipendenti e riversarle alla SRC. 


Capitale: Vittoria
Popolazione: 85.000 circa
Superficie: 455 Km2
Lingue: inglese, francese e creolo.
Forma istituzionale: repubblica semi- presidenziale
Moneta: rupia delle Seychelles (SCR)
Accordi bilaterali: Seychelles hanno siglato trattati contro le doppie imposizioni con: Bahrain, Barbados Botswana, Cina, Cipro, Emirati Arabi Uniti, Indonesia, Mauritius, Malesia, Oman, Principato di Monaco, Qatar, Sud Africa, Tailandia, Vietnam e Zambia.
Le Seychelles hanno firmato accordi contro la doppia imposizione con: Belgio, Bermuda, Etiopia, Kuwait, Lesotho, Lussemburgo, Malawi, Sri Lanka e Zimbabwe, , ma questi trattati non sono ancora stati ratificati. 



Fonti di riferimento:
sito del governo



La presente Scheda ha scopi esclusivamente informativi, non impegna in alcun modo né la direzione del giornale né l’Agenzia delle Entrate.



aggiornamento: settembre 2017
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/schede-paese/articolo/seychelles