Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dalle regioni

A Bari "decentramento" a tutto quartiere

Thumbnail

Decolla a Bari la prima fase della sperimentazione del decentramento amministrativo degli sportelli che offriranno servizi e informazioni relative ai tributi locali e statali.
Il protocollo d'intesa siglato dal sindaco, Michele Emiliano, dall'assessore all'Economia, Francesco Boccia, dal dirigente della Ripartizione tributi, Mario Tarantini, dal direttore regionale Entrate della Puglia, Salvatore Di Giugno, e dai direttori degli uffici locali di Bari 1, Francesco Minervini e Bari 2, Antonio Miani, mira a semplificare gli adempimenti e l'accesso ai pubblici servizi da parte dei cittadini. Sarà offerto un servizio più snello, razionale ed efficiente.

Dall'inizio del mese di luglio, infatti, il Comune di Bari metterà a disposizione dell'Agenzia delle Entrate degli spazi, individuati presso le circoscrizioni, per aprire sportelli decentrati finalizzati, ad esempio, al rilascio dei codici fiscali, a predisporre e consegnare le tessere sanitarie e all'offerta di quelle prestazioni proprie di un ufficio finanziario.

In avvio, le delegazioni comunali interessate a questa forma di "rivoluzione" dei servizi sono il quartiere San Paolo e Carrassi, dove sarà possibile ottenere informazioni relative ai tributi locali: aliquote, agevolazioni, detrazioni riguardanti Ici e tariffe, riduzioni ed esenzioni sulla Tarsu. Per l'Agenzia delle Entrate, invece, il primo ufficio coinvolto è Bari 2.

L'istituzione degli sportelli decentrati, oltre a determinare una riduzione di flusso di contribuenti (circa 30mila l'anno) verso gli uffici centrali, consentirà ai cittadini residenti nelle zone periferiche della città di Bari di usufruire di un servizio pubblico direttamente nel proprio quartiere. Una iniziativa di indubbio valore, se si pensa ai benefici per i contribuenti come la riduzione delle file di attesa e del tempo da trascorrere nel traffico cittadino.

Subito dopo l'estate dovrebbe concludersi la seconda fase del progetto che interesserà le delegazioni e/o le circoscrizioni Picone-Poggiofranco e Palese, mentre la conclusione della terza e ultima fase si prevede entro la fine dell'anno, presso le rimanenti circoscrizioni.

E' chiaramente un impegno che rappresenta il primo passo di una nuova fase amministrativa caratterizzata dalla sinergia tra Agenzia delle Entrate e Comune, il cui unico obiettivo è soddisfare al meglio le esigenze dei cittadini. Lo stesso direttore regionale, Salvatore Di Giugno, ha affermato: "Il decentramento dei servizi, unitamente all'eventuale allineamento delle date di scadenza, rappresentano degli obiettivi che potremmo raggiungere collaborando insieme al Comune di Bari. Ed è per questa ragione che presso i due uffici locali di Bari, nasceranno degli sportelli Ici e Tarsu, per il momento solo informativi ma che potranno in seguito diventare operativi". Sulla stessa lunghezza d'onda il sindaco di Bari, Michele Emiliano: "Il decentramento non può che consolidare il rapporto tra le istituzioni e far nascere prassi amministrative innovative in grado di semplificare la vita del cittadino".

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dalle-regioni/articolo/bari-decentramento-tutto-quartiere