Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dalle regioni

Per Lazio e Abruzzoil riassetto è concluso

Sono state attivate anche le nuove direzioni provinciali di Frosinone, Latina e Chieti

Thumbnail
Ultime battute, nel Lazio e in Abruzzo per il progetto nazionale di riorganizzazione degli uffici periferici delle Entrate su base provinciale. Da oggi sono, infatti, operative anche le Direzioni provinciali di Frosinone, Latina e Chieti.   La Direzione provinciale di Frosinone, che ha sede in piazza Sandro Pertini, è costituita da un ufficio controlli e dai tre uffici territoriali di Frosinone, Cassino e Sora, ubicati nelle stesse sedi dei soppressi uffici locali. La Direzione provinciale di Latina, con sede in viale Le Corbusier, è costituita da un ufficio controlli e dai due uffici territoriali di Latina e Formia, anch’essi ubicati nelle stesse sedi dei già esistenti uffici locali.
Con l'istituzione delle direzioni provinciali di Frosinone e Latina, sale a sette il numero delle strutture provinciali che hanno gradualmente sostituito i preesistenti uffici locali. Già operative le direzioni di Roma, Rieti e Viterbo. 
Con l’attivazione della Direzione provinciale di Chieti, si conclude anche in Abruzzo il progetto di riorganizzazione degli uffici locali su base provinciale. La nuova struttura, con sede nel capoluogo, in Viale Unità d’Italia, nn. 90-92,  è costituita da un ufficio controlli e dai quattro uffici territoriali di Chieti, Lanciano, Ortona e Vasto, ubicati nelle stesse sedi dei soppressi uffici locali. Saranno operativi anche gli Sportelli decentrati di Guardiagrele e Villa Santa Maria. Con l’istituzione della nuova Direzione provinciale di Chieti, sono pertanto operative le quattro nuove strutture provinciali dell’Agenzia delle Entrate che in Abruzzo hanno gradualmente sostituito gli uffici locali preesistenti.
  In base al nuovo assetto organizzativo, l’Ufficio controlli è suddiviso in un’area accertamento, che predispone il piano dei controlli e ne cura l’attuazione, e in un’area legale, che segue l’attività di contenzioso. Gli uffici territoriali sono invece destinati alle attività di assistenza e informazione agli utenti, alla gestione degli atti, delle dichiarazioni e dei rimborsi e alla registrazione dei provvedimenti giudiziari; sono inoltre competenti in materia di:
  • controllo formale di dichiarazioni e atti;
  • accertamenti parziali su segnalazioni centralizzate;
  • attività di controllo esterno per l’emissione di ricevute e scontrini e per acquisire dati e informazioni, in particolare per l’applicazione degli studi di settore;
  • accertamenti su imposta di registro, successioni e donazioni e tributi collegati.
La nuova organizzazione prevede che gli atti privati e le dichiarazioni possano essere registrati presso qualsiasi ufficio territoriale della Direzione provinciale. In caso di successione, la relativa dichiarazione può essere presentata indifferentemente in uno qualsiasi degli uffici territoriali ricadenti nell’ambito della provincia in cui era fissata l’ultima residenza del deceduto. E’ comunque opportuno che eventuali integrazioni o modifiche di una precedente dichiarazione di successione siano presentate allo stesso ufficio a cui è stata consegnata la prima dichiarazione. Per i rimborsi Iva, compresi quelli relativi all’Iva auto, competente è l’ufficio territoriale del capoluogo di provincia.
  Per ogni informazione sulla nuova organizzazione è possibile consultare il sito http://lazio.agenziaentrate.it.
 
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dalle-regioni/articolo/lazio-e-abruzzoil-riassetto-e-concluso