Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Emilia Romagna

Partnership tra Agenzia,Università e Municipio

Nell'ateneo di Bologna operativo dal 30 giugno sportello per la registrazione di contratti di affitto

Thumbnail
Non solo informazioni e assistenza, ma uno sportello dedicato agli studenti che devono registrare il contratto di affitto: questa l’idea-guida del progetto Registra il contratto di affitto, essere in regola non è mai stato così facile!, promosso da Agenzia delle Entrate – Direzione Regionale Emilia-Romagna, Alma Mater Studiorum-Università di Bologna e Comune di Bologna. L’iniziativa è stata presentata alla stampa questa mattina alla presenza del Direttore Regionale dell’Agenzia delle Entrate, Antonino Gentile, del Prorettore agli Studenti, Roberto Nicoletti, del Sub-Commissario del Comune di Bologna, Raffaele Ricciardi.   La partnership istituzionale, consolidata da un Protocollo di Intesa siglato lo scorso maggio, segna una nuova fase nella lotta al fenomeno degli affitti in nero, con l’offerta di un servizio a portata di mano per gli studenti, nel cuore della cittadella universitaria, in aggiunta alle attività di controllo che vedono già impegnata l’Agenzia al fianco della Guardia di Finanza e del Comune.     È proprio questo “spostarsi verso” gli utenti il punto di svolta del progetto, il cui concept nasce da un Laboratorio formativo in Marketing sociale dell’Università di Bologna – Corso di laurea magistrale in Comunicazione Pubblica e Sociale, coordinato dal Prof. Giuseppe Fattori (Responsabile scientifico: Pina Lalli) e tenuto, per il gruppo dedicato all’Agenzia delle Entrate, da Pierluigi De Rosa, funzionario della Direzione Regionale. L’idea di fondo è avvicinare la popolazione studentesca e in particolare i fuori-sede – che a Bologna costituiscono un micro-Stato di circa 40mila persone – al servizio di registrazione del contratto di locazione, normalmente erogato presso gli Uffici territoriali, con l’obiettivo di rafforzare la consapevolezza dei benefici legati al contratto regolare (agevolazioni fiscali) e semplificare l’adempimento.   Dal prossimo 30 giugno lo sportello “Registrazione Affitti” è attivo presso la sede del Settore Diritto allo Studio dell’Università di Bologna, in Via delle Belle Arti 42, con apertura dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 11.15, il martedì e il giovedì anche in fascia pomeridiana dalle 14 alle 15.30. Un funzionario dell’Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale di Bologna è a disposizione degli studenti per registrare il contratto di affitto direttamente allo sportello. Per tutte le informazioni sul servizio, sono attivi i seguenti recapiti: tel. 051 2094656-46-41, e-mail infoaffitti@unibo.it, sito web www.unibo.it/affitti.   Innovativa, infine, la campagna di comunicazione che promuove lo sportello: agli strumenti cartacei e alla comunicazione via web si affianca un videoclip di presentazione realizzato da Codec.tv, la web tv del Progetto Giovani del Comune di Bologna.   “Registrare il contratto di affitto è facile e conviene. L’apertura dello Sportello Registrazione Affitti è un segnale forte dell’impegno dell’Agenzia delle Entrate per il recupero dei valori della legalità – dichiara il Direttore Regionale dell’Agenzia delle Entrate Emilia-Romagna, Antonino Gentile. L’obiettivo è combattere il fenomeno degli affitti in nero non solo con gli strumenti repressivi, che già utilizziamo insieme alla Guardia di Finanza e ai Comuni, ma anche offrendo un aiuto concreto a chi è alle prese con la registrazione del contratto di affitto, con un duplice vantaggio: rimuovere le barriere di accesso al servizio e diffondere i vantaggi di una tempestiva registrazione. L’iniziativa è un esempio di buona amministrazione, grazie alla partnership con Università e Comune, una collaborazione che può essere viatico di un ulteriore potenziamento della governance locale”.   “Dalle nostre ricerche – afferma il Prorettore agli studenti, Roberto Nicoletti - emerge che il problema degli affitti in nero riguarda circa il 17 per cento dei fuori sede domiciliati a Bologna: vale a dire diverse migliaia. E’ giusto che sappiano che registrando il contratto d’affitto possono ottenere detrazioni fiscali, fino ad oltre 990 euro l’anno se hanno tra i 20 e i 30 anni. E che inoltre, non solo hanno il diritto di non pagare più di quanto scritto nel contratto, ma possono anche ottenere la differenza precedentemente versata”.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dalle-regioni/emilia-romagna/articolo/partnership-agenziauniversita-e-municipio