Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Friuli Venezia Giulia

A Udine un convegno sulla stima degli immobili speciali e particolari

Agenzia delle Entrate e Confindustria insieme per un confronto sulle novità della Legge di stabilità 2016

Thumbnail
La Direzione Regionale del Friuli Venezia Giulia, in collaborazione con Confindustria Udine, ha organizzato nella città friulana lo scorso 14 aprile un convegno sul tema della stima degli immobili speciali e particolari (le categorie catastali D ed E) per i quali, con la Legge di stabilità 2016, sono stati introdotti significativi elementi per la determinazione della rendita catastale. Più precisamente, la norma ha definito quali elementi rientrino nella stima degli immobili, escludendo sostanzialmente da questa tutti quelli di natura impiantistica, i cosiddetti “imbullonati”, componenti funzionali allo specifico processo produttivo.

All’incontro sono stati invitati i rappresentanti degli ordini e collegi professionali provinciali del Friuli Venezia Giulia, direttamente coinvolti nelle attività di aggiornamento catastale. A riguardo, la legge ha indicato nel 15 giugno la scadenza entro la quale proporre la determinazione della rendita catastale per godere dei benefici fiscali a decorrere dal 1° gennaio 2016.
I lavori sono stati aperti da Marcello Orsatti, responsabile fiscale societario e tributario di Confindustria Udine, con a seguire gli interventi del direttore regionale del Friuli Venezia Giulia, Cinzia Romagnolo e del direttore provinciale di Udine, Francesco Paolo Chimienti.

Dalla Direzione centrale Catasto, Cartografia e Pubblicità Immobiliare sono intervenuti Claudio Contardi, che ha illustrato le novità normative della legge di stabilità e approfondito i diversi aspetti procedurali introdotti con la circolare 2/E, e Piermassimo Pavese, che ha evidenziato gli aggiornamenti introdotti dalla nuova versione del Docfa (4.00.3) e le modalità di identificazione degli immobili attraverso la definizione delle Entità tipologiche, con le quali si individueranno, anche graficamente nell’ambito della stessa particella, le parti edificate da quelle non edificate
Infine, Luigi Francescutti e Danilo Fedele, in rappresentanza dei rispettivi collegi di Udine, sono intervenuti con propri contributi che, ponendo l’attenzione sugli aspetti innovativi e procedurali degli “imbullonati”, hanno offerto diversi spunti di discussione al dibattito che ha poi concluso i lavori.
 
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dalle-regioni/friuli-venezia-giulia/articolo/udine-convegno-sulla-stima-degli-immobili