Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Lombardia

Varese è il nuovo alleato del fisco contro evasione

L’Agenzia metterà a disposizione del comune il proprio know-how nell’ambito dell’accertamento

Thumbnail
L’Agenzia delle Entrate in Lombardia si arricchisce di un nuovo alleato nel contrasto all’evasione. La Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate e il Comune di Varese hanno infatti siglato oggi 6 ottobre la convenzione che avvia la collaborazione tra i due enti sul fronte dell’accertamento tributario.
La stipula è avvenuta in occasione del convegno di formazione “La partecipazione dei Comuni all’accertamento” alla presenza del direttore regionale dell’Agenzia delle Entrate, Carlo Palumbo, ed Elio Carrasi, dirigente che ha siglato la convenzione per il Comune di Varese. Il convegno nasce dalla collaborazione avviata fra la Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate, il Comune di Varese e l’Anci Lombardia; un’iniziativa che dà un primo importante impulso per l’attività di accertamento avviando con oggi il percorso di formazione dei funzionari comunali del varesotto che saranno chiamati ad inviare le “segnalazioni qualificate” all’Agenzia delle Entrate.

In base all’accordo l’Agenzia metterà a disposizione il proprio patrimonio di conoscenze nell’ambito dell’attività di controllo e in particolare fornirà al Comune, tramite il canale telematico Siatel, informazioni relative a dichiarazioni dei redditi, registrazioni di atti, dichiarazioni di successione e utenze. L’incrocio di questi dati con quelli già in possesso da parte del Comune, uniti la conoscenza del territorio, gli consentiranno di predisporre e inviare via web segnalazioni qualificate, cioè ben circoscritte, di tutte quelle notizie, dati o situazioni in grado di celare pratiche ad alto potenziale di evasione. Le segnalazioni riguarderanno infatti ambiti di attività per i quali il Comune dispone di informazioni particolarmente dettagliate: commercio e professioni, urbanistica e territorio, proprietà edilizie e patrimonio immobiliare, residenze fiscali all’estero e beni indicativi di capacità contributiva. Al Comune per questa attività spetterà il 33% delle somme effettivamente riscosse in seguito alle segnalazioni inviate, un’entrata che nell’ottica federalista risulta importante per gli enti locali che sono chiamati a finanziare le spese per i servizi pubblici offerti sul territorio. 
  In apertura del convegno, il Sindaco di Varese, Attilio Fontana, ha sottolineato che la convenzione rappresenta un risultato importante di cui esser orgogliosi, segno di efficienza e di una positiva sinergia attivata tra amministrazioni locali. L’opera di accertamento è finalizzata a far emergere, grazie proprio all’incrocio delle banche dati, i casi di illegalità ed anche quelli di economia sommersa che fanno male al quadro sociale complessivo.
  A seguire, il direttore regionale Carlo Palumbo ha sottolineato come le somme incassate lo scorso anno dal contrasto all’evasione in Lombardia, circa 2,5 miliardi di euro, sono testimonianza del fatto che l’evasione sia un problema non ancora risolto. Un ambito su cui possiamo lavorare con fruttuosi risultati grazie anche alla collaborazione con i Comuni: il punto di partenza deve infatti essere la conoscenza del territorio. “Le sinergie attivate con i comuni ci consentiranno di individuare le capacità di spesa manifestate e di avere importante informazioni da integrare con quelle già presenti nelle banche dati dell’Agenzia. Affinchè questa attività sia effettivamente produttiva, l’Agenzia metterà a disposizione dei funzionari comunali il proprio consolidato know-how nell’ambito dell’accertamento dei tributi”.
  A concludere gli interventi che hanno preceduto la sessione formativa, è stato l’on. Giorgetti, presidente della Commissione bilancio tesoro e programmazione della Camera dei deputati che ha sottolineato l’importanza di questa collaborazione non solo in termini di entrate per gli enti locali, ma anche nel contributo che può dare per migliorare il senso civico dei cittadini. Tale attività può rappresentare un importante passo perché avvenga un cambiamento culturale: la consapevolezza che la ciascuno deve contribuire a seconda delle proprie capacità affinchè ciò che è pubblico funzioni e risponda alle esigenza dei cittadini.
  A livello regionale, sono numerosi i Comuni e 9 i capoluoghi provinciali (oltre a Varese, Bergamo, Brescia, Cremona, Lecco, Lodi, Milano, Pavia, Sondrio) che hanno sottoscritto la convenzione. Circa 700, invece, sono state le “segnalazioni qualificate” ricevute dall’Agenzia, per una maggiore imposta e sanzioni accertate di oltre 5milioni di euro. Inoltre, la Direzione regionale ha attivato un tavolo di lavoro con l’Anci lombarda in seno al quale sono stati realizzati quattro eventi formativi gratuiti, che hanno visto la partecipazione di quasi 200 tra funzionari e dirigenti comunali incaricati di effettuare le segnalazioni. Frutto del Tavolo di Lavoro congiunto è poi il vademecum sull’attività di controllo destinato ai Comuni della regione interessati alla partecipazione alla lotta all’evasione.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dalle-regioni/lombardia/articolo/varese-e-nuovo-alleato-del-fisco-contro-evasione