Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Piemonte

Accordo in Piemonte con l’Associazione tributaristi italiani

l’Associazione si assume l’impegno di promuovere ed incentivare presso i propri operatori l’uso dei canali di interlocuzione a distanza con l’Agenzia delle Entrate

Foto della firma del firma protocollo ATI

Un protocollo d’intesa è stato stipulato oggi, martedì 4 luglio 2023, a Torino tra la Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate e il Coordinamento regionale del Piemonte e Valle d’Aosta dell’Associazione Tributaristi Italiani. L’accordo rinnova il protocollo siglato nel 2015 e formalizza la prassi di consolidata collaborazione che caratterizza i rapporti tra l’amministrazione fiscale ed il mondo professionale e la rilancia su una prospettiva che si dirama lungo tre direttrici principali: più telematica, tempi più rapidi, assistenza di qualità.

L’accordo odierno si rivela reciprocamente utile: in prima battuta, l’Associazione si assume l’impegno di promuovere ed incentivare presso i propri operatori l’uso dei canali di interlocuzione a distanza con l’Agenzia delle Entrate, evitando il ricorso all’accesso fisico agli sportelli laddove non sia effettivamente indispensabile. In questo modo, gli utenti professionali affrontano minori costi di spostamento e possono richiedere più agilmente assistenza senza particolari vincoli legati agli orari di apertura degli sportelli; l’Agenzia delle Entrate può gestire una quota significativa di lavorazioni in back office attenuando i picchi di accesso alle strutture, con la possibilità di dedicare maggiori risorse alle pratiche complesse che necessitano di approfondimenti in un rapporto dialettico tra le controparti.

L’Agenzia delle Entrate, sempre nell’ottica di una interazione proattiva e vicendevolmente efficace, mette a disposizione specifici momenti formativi sui servizi a distanza, fornisce assistenza e informazioni sull’utilizzo dei canali telematici, si impegna a fornire risposte entro tempi rapidi e predeterminati alle richieste di riesame in autotutela di alcune tipologie di avvisi di liquidazione più ricorrenti, garantisce un canale di assistenza prioritaria per i servizi non accessibili in via telematica.
La Direzione Regionale ed il coordinamento dell’Associazione tributaristi hanno istituito anche un apposito “osservatorio” per monitorare nel tempo l’efficacia dell’accordo, valutare nel tempo eventuali correttivi, valorizzare le best practice.
“La semplificazione dei rapporti con i contribuenti passa anche attraverso l’adozione di procedure che possano agevolare l’adempimento degli obblighi fiscali”, è stato osservato durante l’evento di sottoscrizione del protocollo. “È interesse di tutti sviluppare proficue relazioni tra l’Agenzia delle Entrate e gli intermediari che assistono i contribuenti, in modo da garantire servizi efficaci e facilmente fruibili a fronte di un razionale impiego delle risorse disponibili da parte dell’Amministrazione fiscale”.

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dalle-regioni/piemonte/articolo/accordo-piemonte-lassociazione-tributaristi-italiani