Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Sardegna

A Cagliari chiude la mostra sui 150 anni di Fisco e storia

Successo dell'iniziativa promossa dall'Agenzia, molti gli studenti che hanno visitato l'esposizione

Thumbnail
La mostra allestita nella sede della Direzione Regionale della Sardegna sull’evoluzione del Fisco nei 150 anni dall’Unità d’Italia, ha chiuso i battenti. L’esposizione aperta il 14 ottobre, è stata visitata dalle autorità civili e militari, dai cittadini, dagli studenti delle scuole di Cagliari e provincia che lungo il percorso segnato da nove pannelli illustrativi hanno potuto viaggiare idealmente fra eventi, sistemi, governi e governanti, con uno sguardo al contesto umano, sociale, culturale narrato da documenti e da manoscritti originali risalenti, i più, al periodo fra il XIX e il XX secolo.

Per molti si è trattato di una gradita quanto inaspettata occasione per recuperare ricordi,  scoprire risvolti di un passato a torto trascurati: nei commenti il fascino per il sistema daziario e per gli evocativi tributi comunali si accompagnava  all’esecrabilità delle inique tassazioni, mentre l’eccessiva pressione fiscale, la piaga del disavanzo pubblico e l’affannosa ricerca del pareggio nei primi anni dell’Unità d’Italia, inducevano a ovvie considerazioni sulla ciclicità dei corsi storici.

La mostra ha accolto tra le scuole di Cagliari il Liceo Classico Europeo del Convitto Nazionale, gli Istituti Tecnici Commerciali “Martini “ e “Leonardo da Vinci”, quest’ultimo con quattro classi, seguiti dall’Istituto Superiore “Buonarroti” di Guspini e dalla scuola media “Nivola” di Capoterra. I ragazzi hanno potuto leggere e “toccare con mano” i testi storici: da quello, più attraente, della proclamazione del Regno alle disposizioni della finanza d’emergenza, legislative, tributarie e amministrative che hanno segnato l’avvio del processo di piemontizzazione, per risalire, attraverso l’imposta sulla ricchezza mobile - capolavoro del tandem Sella - Minghetti - alle origini del nostro sistema tributario.

I tributi sul macinato e sul celibato, il valore etico dei principi costituzionali, l’insegnamento morale e l’esempio di vita di Ezio Vanoni, lo Statuto del contribuente, hanno offerto preziosi spunti di comune riflessione. A chiusura del percorso, le lettere di Garibaldi indirizzate agli elettori della Sardegna che lo elessero deputato al Parlamento nel 1867 e nel 1868,  accompagnate dal racconto della rocambolesca fuga da Caprera del Generale alla volta della  capitale, conclusa con la dolorosa ferita di Mentana, hanno incuriosito ragazzi e insegnanti.
Imperdibile, prima di lasciare la Direzione, la sosta davanti all’urna elicoidale del lotto che dal 1939 ha dispensato a Cagliari settant’anni di fortuna.

Gli studenti hanno seguito con interesse la descrizione del suggestivo rito dell’estrazione dei cinque numeri e, invitati dai funzionari, non hanno indugiato ad interpretare, in una simulata e divertente rappresentazione, il ruolo del fanciullo, del giraruota, del servente, del segretario banditore. Il Direttore Regionale, Libero Angelillis, ha ricevuto le autorità e incontrato studenti e insegnanti che volentieri hanno posato per l’immancabile foto ricordo.
Sul sito Internet regionale la presentazione della mostra, con la galleria fotografica dei visitatori.

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dalle-regioni/sardegna/articolo/cagliari-chiude-mostra-sui-150-anni-fisco-e-storia