Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Sicilia

Fisco e Scuola in Sicilia: tempo di bilanci e di rilanci

Entry, il personaggio di un nuovo cartone animato, contestualizzato al tempo del Covid 19, spiega a piccoli e grandi l’utilità della corretta contribuzione

Thumbnail

Il lungo lockdown e l’adozione della didattica a distanza non hanno impedito all’Agenzia delle Entrate di promuovere, anche in tempo di Covid-19, il Progetto Fisco e Scuola, giunto - nel 2020 - al suo sedicesimo anno di vita.
Lo scorso anno, in Sicilia, le nove Direzioni provinciali dell’Isola, coordinate dall’Area di Staff della Direzione regionale, hanno coinvolto, nel progetto dedicato alle Scuole di ogni ordine e grado, 1.482 studenti, di 71 classi, appartenenti a 24 Istituti pubblici e privati.
Nel primo bimestre dell’anno, 733 alunni sono stati raggiunti dai funzionari referenti, d’intesa con il personale docente e i dirigenti scolastici, attraverso i “canonici” interventi formativi nelle aule scolastiche o incontri presso gli Uffici dell’Agenzia.

L’evento pandemico, inevitabilmente, ha sconvolto anche la programmazione delle iniziative educative che, in prima battuta, sono stati rimandati a data da destinare, in seguito alle tempestive misure di emergenza messe in atto dal governo. Fisco e Scuola ha dovuto fare i conti con la chiusura delle scuole, il distanziamento e la DAD e, pertanto, è stato necessario adattare il progetto al cambiamento in corso, per rimanere online con gli Istituti scolastici e la loro giovane popolazione bisognosa - più che mai - di certezze e di modelli su cui contare. L’Agenzia delle Entrate della Sicilia, proprio come la Scuola, “non si ferma” e ha reinventato Fisco e Scuola in fretta, fuori dai consolidati schemi, mandando in campo Entry, il personaggio di un nuovo cartone animato, contestualizzato al tempo del Covid 19, che ha saputo spiegare a piccoli e grandi l’utilità della corretta contribuzione, soprattutto in tempi di pandemia.

E’ nato così il progetto regionale “#Iorestoacasaconfiscoescuola”, che ha diffuso nelle abitazioni degli studenti le prime dosi del vaccino della legalità, in grado di creare motivazione e spinta etica, a favore di una mentalità nuova, volta a contrastare l’evasione fiscale. In alcuni incontri è intervenuto, da remoto, anche il Direttore regionale, Pasquale Stellacci, per esprimere la sua fiducia nelle nuove generazioni, affinché possano garantire alla macchina dello Stato le energie e le risorse necessarie al benessere del nostro Paese: avere sottolineato che anche i respiratori si comprano con i soldi delle tasse ha significato dare ai ragazzi uno stimolo concreto, per credere nella legalità fiscale, fatta di scelte giuste e virtuose ogni giorno.

I referenti del progetto della Direzione regionale, insieme al Responsabile della Formazione, comunicazione e sviluppo, Simone Mirasolo, sono stati i primi a sperimentare la nuova modalità a distanza, rivolgendosi agli alunni della Direzione Didattica “E. De Amicis” e poi agli studenti della scuola media dell’Istituto “Gonzaga” di Palermo, riscuotendo disponibilità e interesse unanime; dopo l’estate il progetto, replicato dagli Uffici territoriali dell’Agenzia in Sicilia, ha consentito la diffusione, su larga scala, di un piano educativo di legalità fiscale, sempre attuale ma quest’anno diverso, poiché filtrato dai drammi e dagli insegnamenti di un momento storico particolarmente importante ed incisivo per la vita di tutti.

Fisco e Scuola nel 2021 sarà ancora più pronto e ricco di proposte, per sostenere il rinnovamento di una mentalità civile, che necessariamente dovrà per prima contagiare le nuove generazioni.

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dalle-regioni/sicilia/articolo/fisco-e-scuola-sicilia-tempo-bilanci-e-rilanci