Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dati e statistiche

Nel 2018 rimborsi Iva più veloci
e con meno richieste di documenti

I dati pubblicati dal dipartimento delle Finanze sono stati elaborati dall’Agenzia e si riferiscono ai tempi necessari per la lavorazione delle istanze presentate dalle imprese

Thumbnail

Dal 2017 al 2018 i tempi medi per ottenere l’erogazione di un rimborso Iva si sono ridotti da 103 a 82 giorni ovvero da 14,7 a 11,7 settimane (-20,4%). Nella metà dei casi sono ora sufficienti meno di 46 giorni per ottenere un rimborso. È quanto emerge dalla lettura delle statistiche pubblicate oggi sul sito del dipartimento delle Finanze.
 
La velocizzazione della tempistica di erogazione dei rimborsi si inserisce nel solco delle iniziative e delle attività intraprese dall’Amministrazione finanziaria per rafforzare il rapporto con i cittadini e le imprese.
A tal proposito, l’accelerazione è stata favorita sia dall’introduzione di una sistematica valutazione del rischio (unita alla riduzione degli adempimenti connessi all’istruttoria di posizioni a “basso rischio” - Dl 35/2013 e circolare 5/2014) sia dal fatto che, a partire dal 1° gennaio 2018, il pagamento dei rimborsi viene effettuato direttamente dall’Agenzia delle entrate (Dm 22 dicembre 2017).
 
Le nuove modalità di lavorazione e pagamento hanno contribuito a rendere più efficiente l’intero processo, riducendo al minimo le richieste di documentazione ai contribuenti (ora limitate a quelli strettamente necessari) e garantendo una significativa riduzione nei tempi di liquidazione.
 
I dati pubblicati dal dipartimento delle Finanze sono stati elaborati dall’Agenzia delle entrate e si riferiscono, in particolare, ai tempi necessari per ottenere un rimborso Iva da parte delle imprese.
 
Rimborsi per cui non c’è bisogno di ulteriore documentazione
Nel 2018 solo per il 48,1% dei rimborsi lavorati l’Agenzia ha richiesto ulteriore documentazione. Negli altri casi i contribuenti, in applicazione delle nuove procedure, sono stati classificati a basso rischio e quindi non hanno dovuto presentare altri documenti a supporto dell’istanza.
 
Tempi medi
Nel 2017 i giorni medi necessari per ottenere il rimborso, a partire dalla data della richiesta, erano 103. Nel 2018, invece, il numero dei giorni necessari è sceso a una media di 82 (-20.4%). 

Dettagli delle lavorazioni
Nel 2017 tra la data di approvazione e la data di erogazione del rimborso trascorrevano, in media, 25 giorni. Nel 2018 sono stati necessari solo 7 giorni per ottenere il pagamento dal momento del via libera (-72%).
Di particolare interesse anche i dati relativi al numero di rimborsi erogati. Nel 2017 sono stati pagati 69.117 rimborsi (49.784 annuali e 19.333 infrannuali). Nel 2018 il numero di rimborsi è salito a 83.831 (60.257 annuali e 23.574 infrannuali).
Nel 2017, il numero di giorni medi tra la data di richiesta del rimborso e la data di approvazione è stato pari a 78 (82 giorni per gli annuali e 65 giorni per gli infrannuali). Nel 2018, invece, il numero dei giorni medi necessari per l’approvazione del rimborso si è ridotto a 75, con una riduzione del 3,8%, che riflette l’accelerazione impressa alle procedure necessarie per approvare i rimborsi annuali (da 82 a 77 giorni).

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dati-e-statistiche/articolo/nel-2018-rimborsi-iva-piu-veloci-e-meno-richieste-documenti