Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dati e statistiche

In otto mesi di entrate tributarie
si rileva un aumento persistente

Segno positivo per Irpef (+3,7%) e Ires (+9,6%) coadiuvati dal trend in crescita dell’Iva che fa evidenziare un incremento del 6%. In calo, invece, le sostitutive sui redditi da capitale

Thumbnail
Nel periodo gennaio-agosto 2016 sono entrati nelle casse dell’Erario 283.076 milioni di euro, con un aumento pari al 3,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il dato però, se neutralizzato dagli effetti sul gettito dei versamenti dell’imposta di bollo, che dal 2016 ha una diversa modalità di riscossione, e da quelli del canone televisivo (il cui gettito entrerà a partire dal prossimo mese), si attesta al 4,7% nel periodo preso in esame. Le analisi particolareggiate delle entrate tributarie emergono dal consueto Bollettino mensile elaborato del dipartimento delle Finanze e pubblicato on line insieme alla relativa Nota tecnica e alle Appendici statistiche e guida normativa.
 
Imposte dirette
Anche in questo periodo la palma del primato per gli introiti spetta alle imposte dirette che raggiungono la cifra di 154.917 milioni di euro, facendo registrare un aumento del 3,7% equivalente a un incremento di 5.493 milioni di euro rispetto a gennaio-agosto 2015.
 
Prendendo in considerazioni le diverse imposte si evidenzia che dall’Irpef arrivano 118.284 milioni di euro che confrontato gettito equivalente dello scorso anno fa riscontrare un +3,7% pari a 4.204 milioni di euro. Il dato dell’imposta è dovuto principalmente alle ritenute da lavoro dipendente del settore privato (+4,5%). Inoltre occorre ricordare che l’andamento dell’Irpef risente sia del nuovo meccanismo introdotto dal Dlgs 175/2014, secondo il quale il sostituto d’imposta deve indicare, nel modello F24, l’Irpef al lordo delle compensazioni effettuate sia dell’incremento delle ritenute a titolo di acconto, pari a 194milioni di euro, applicato ai pagamenti delle spese e degli interventi di ristrutturazione edilizia.
Positivo anche l’andamento dell’Ires che evidenzia un incremento di 1.501 milioni di euro (+9,6%) in confronto all’analogo periodo del 2015.
Continua, invece, la flessione dei rendimenti dei prodotti finanziari che registrano un calo del 51,1% mentre l’imposta sostitutiva sui fondi pensione comporta una riduzione del gettito di 430 milioni di euro (-38,9%) conseguente alla riduzione dei rendimenti dei prodotti finanziari sui quali si basano i fondi. Vanno segnalate, infine, la crescita del 10,9% dell’imposta sulle riserve matematiche del ramo vita assicurazioni e del 30,8% delle ritenute sugli utili distribuite dalle persone giuridiche.
 
Imposte indirette
Il totale del gettito ammonta a 128.159 milioni di euro, pari a 3,5% (+4.344 milioni di euro) rispetto allo gennaio-agosto 2015.
Iva sempre in crescita con un ammontare di 76.962 milioni di euro, che comporta un incremento di 4.362 milioni di euro pari a +6,0%. Anche l’imposta di registro sulle transazioni fa evidenziare un aumento del gettito dell’11,6%. In calo, invece l’imposta di bollo (-1.064 milioni di euro).
Infine, le entrate derivanti dell’accisa sul metano ha prodotto entrate per 2.282 milioni di euro (+30,4%).

I giochi continuano a dare il loro apporto positivo attraverso un gettito di 1.622 milioni di euro equivalenti a una crescita del 20,8%.

Le attività di accertamento finanziano le case dello Stato con un entrata di 5.650 milioni di euro pari a +3,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
 
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dati-e-statistiche/articolo/otto-mesi-entrate-tributarie-si-rileva-aumento-persistente