Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dati e statistiche

Primo semestre: entrate a + 3,1%,
dal contrasto all’evasione + 9,9%

Nel primo semestre del 2013 prosegue il percorso di miglioramento della dinamica del gettito grazie anche a segnali di stabilità del quadro congiunturale di riferimento

testo alternativo per immagine
Segno positivo per le entrate tributarie erariali registrate nel periodo gennaio-giugno 2013, accertate in base al criterio della competenza giuridica, che ammontano a 197.029 milioni di euro, con un incremento del 3,1% (+ 5.898 milioni di euro). Nello stesso periodo dell’anno, le entrate tributarie derivanti dall’attività di accertamento e controllo sono aumentate di 329 milioni di euro (+ 9,9%), risultando pari a 3.655 milioni di euro, a conferma dell’azione positiva svolta nel contrasto all’evasione e all’elusione fiscale.
 
Pole position per le imposte dirette
Nel gettito del primo semestre 2013, la parte del leone la fanno, come di consueto, le imposte dirette, che registrano un incremento complessivo dell’8,8% (+ 8.804milioni di euro) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
Il gettito Irpef segna un + 2,5% (+ 2.002 milioni di euro), dovuto principalmente agli incrementi delle ritenute sui redditi dei dipendenti del pubblico impiego (+ 3,9%) e dai versamenti in autoliquidazione (+ 90,3%); in quest’ultimo caso, va comunque tenuto presente che nell’analogo periodo del 2012 il gettito non conteneva i versamenti dei contribuenti persone fisiche né di coloro che aderiscono agli studi di settore. In lieve calo il gettito derivante dalle ritenute effettuate sui redditi dei lavoratori del settore privato (- 0,4%) e dei lavoratori autonomi (- 6,3%).
Aumenta del 33,5% (+ 3.465 milioni di euro) il gettito Ires, grazie anche a significativi versamenti effettuati da grandi contribuenti, e, nello stesso tempo, si registra un consistente incremento - pari al 23% (+ 1.106 milioni di euro) - dell’imposta sostitutiva su ritenute, interessi e altri redditi di capitale, dell'imposta sostitutiva sui redditi di capitale e sulle plusvalenze (+ 844 milioni), dell'imposta sostitutiva sul valore dell'attivo dei fondi pensione (+ 440 milioni) e dell'imposta sostitutiva sulle riserve matematiche dei rami vita (+ 808 milioni). Infine, l’imposta sostitutiva sul riallineamento dei valori di bilancio relativi ad attività immateriali risulta superiore di 2,2 miliardi di euro rispetto al corrispondente periodo del 2012.
 
Imposte indirette a seguire
Le imposte indirette fanno segnare un calo del 3,2% (- 2.906 milioni di euro), dovuto in particolare alla flessione del gettito Iva (- 5,7%, pari a - 2.866 milioni) derivante sia dalla flessione riguardante gli scambi interni (- 2,3%) sia dal decremento del prelievo sulle importazioni (- 22,3%). A questo fa da “contraltare” il dato positivo relativo all’Iva sugli scambi interni che, nel mese di giugno, ha fatto registrare un + 4,5% rispetto allo stesso mese del 2012, indicando, per la prima volta da dicembre 2012, un’inversione di tendenza.
In calo il gettito dell’imposta di fabbricazione sugli oli minerali (- 2,5%) e quello dell’imposta di consumo sul gas metano (- 1,6%), che determinano un mancato introito, rispettivamente, di 274 e di 30 milioni di euro, dovuti essenzialmente al calo dei consumi. Calano anche le entrate sul consumo dei tabacchi, collegabile alla diffusione delle sigarette elettroniche: la riduzione è del 6,5%, pari a 350 milioni in meno.
 
Non gioco più….
Anche le entrate relative ai giochi hanno subito un decremento nel periodo gennaio-giugno 2013, pari all’1,9% (- 126 milioni di euro), probabilmente dovuto alla difficile situazione economica del periodo in esame.
 
Contrasto all’evasione sempre in prima linea
Costante, persistente ed efficace l’azione di contrasto all’evasione, che ha fatto registrare un incremento delle entrate derivanti dall’attività di accertamento e controllo pari a 329 milioni di euro, equivalenti a + 9,9%, portando il gettito complessivo del periodo preso in esame a 3.655 milioni di euro.
 
L’analisi puntuale dell’andamento delle entrate tributarie del primo semestre 2013 è disponibile sul bollettino, corredato dalla appendici statistiche, mentre la nota tecnica illustra in sintesi i principali contenuti del documento. I documenti sono reperibili sul sito del dipartimento delle Finanze.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/dati-e-statistiche/articolo/primo-semestre-entrate-31-dal-contrasto-allevasione-99