Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Giurisprudenza

Accertamento con redditometro:
donazioni tra parenti da dimostrare

La mancata instaurazione del contraddittorio non può essere di per sé motivo di annullamento dell’atto inviato dall’Amministrazione finanziaria

L’accertamento con redditometro è valido anche se il contribuente non ha ricevuto il questionario, trattandosi di una mera facoltà riservata all’Amministrazione finanziaria. ai fini della prova contraria, non basta allegare il rapporto di parentela ma occorre provare che gli esborsi siano stati sostenuti proprio con la provvista assicurata dal coniuge (Cassazione n. 38060/2021)  

Registro unico delle imprese,
arriva l’ok del Consiglio di Stato

Un unico database nazionale con informazioni e dati interconnessi anche a livello europeo per avere una maggiore trasparenza e contrastare, fra l’altro, l’abuso di strutture opache

Con il parere 1835 del 6 dicembre scorso il Consiglio di Stato ha dato il sostanziale via libera al decreto interministeriale contenente le disposizioni attuative delle nuove regole per la comunicazione al Registro delle Imprese della titolarità effettiva da parte delle imprese dotate di personalità giuridica, delle persone giuridiche private, dei trust e degli istituti giuridici affini

Più redditi e non residenza dubbia:
senza dichiarazione, verifica lunga

Per la Corte di legittimità, qualora l’Agenzia rilevi la residenza in Italia e il verificato abbia omesso di presentare il “riepilogo” dei propri guadagni, il termine per l’accertamento è maggiorato

Nell’ipotesi in cui il contribuente titolare di un Cud abbia omesso di presentare la dichiarazione dei redditi, pur essendo obbligato a farlo per aver prodotto anche altri redditi rispetto a quello di lavoro dipendente certificato, l’amministrazione finanziaria potrà esercitare il potere di accertamento entro il termine decadenziale lungo (Cassazione, ordinanza n. 37149/2021)