Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Giurisprudenza

L’auto d’epoca è un “bene indice”
della capacità contributiva

È la legge a stabilirlo, e il giudice tributario può soltanto valutare le prove con cui il contribuente intende dimostrare la non imponibilità delle somme necessarie al mantenimento della vettura storica

Un’auto di interesse storico, la Mercedes Benz 250 Coupé, ad alimentazione a benzina, di 27 cavalli fiscali, immatricolata nel 1970 e posseduta da annualità antecedente il 1998, è un bene “sintomatico” di capacità reddituale. La presunzione legale prevista dal “redditometro” a favore del Fisco può essere superata soltanto dalla prova contraria documentale del contribuente (Cassazione, n. 36123/2022)  

Ipo-catastali proporzionali se il bene
è acquistato con leasing di ritorno

In tal caso non è configurabile una cessione di fabbricato strumentale riconducibile al circuito produttivo perché l’operazione si perfeziona soltanto con il trasferimento al consumatore finale

Legittimo il recupero a tassazione in misura proporzionale, operato dall’ufficio, delle imposte ipotecaria e catastale dovute per la compravendita, realizzata tramite leasing di ritorno, di un fabbricato strumentale ancora in costruzione. È quanto afferma la Corte di cassazione, respingendo il ricorso della società ricorrente, con l’ordinanza n. n. 34734 dello scorso 25 novembre 2022

La tardiva comunicazione all’Enea
pregiudica il diritto alla detrazione

La normativa sui bonus edilizi condiziona il beneficio fiscale a un adempimento che consenta lo svolgimento dei controlli sull’effettivo diritto all’agevolazione entro un termine congruo

Non può detrarsi le spese per ristrutturazioni edilizie una contribuente che ha installato dei pannelli solari e ha inviato la documentazione all’Enea oltre i 90 giorni dalla fine dei lavori senza, inoltre, deve presentare l’asseverazione del tecnico. Le norme sulle agevolazioni fiscali sono di stretta interpretazione non potendo essere derogati i principi di certezza giuridica. (Cassazione 34151/2022)