Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Normativa e prassi

Decreto “Cura Italia”: i chiarimenti
a quesiti e dubbi degli operatori

Ampia la panoramica dei temi trattati dall’Agenzia delle entrate per far luce sugli interrogativi di associazioni, professionisti e contribuenti sulle recenti misure fiscali “d’emergenza”

L’Agenzia delle entrate, senza interrompere il ciclo di “documenti tematici” dedicati a chiarire le previsioni fiscali contenute nel decreto legge n. 18/2020 “Cura Italia”, con la circolare n. 8/E del 3 aprile 2020 fornisce ulteriori precisazioni sull’applicazione delle misure tributarie sotto forma di risposta a quesiti, sulla base delle questioni formulate dalle associazioni di categoria, dalle strutture regionali dell’Agenzia, nonché da professionisti e altri contribuenti  

Sì al riporto delle perdite, superati
"test di vitalità" e limite del patrimonio

In una fusione societaria, due sono le condizioni richieste per contrastare fenomeni elusivi consistenti nella compensazione intersoggettiva delle perdite di società prive di capacità produttiva

La complessa operazione di fusione societaria realizzata dalla società istante non rientra nella pratica elusiva del "commercio di bare fiscali". Di conseguenza, la norma antielusiva che limita il riporto delle perdite, degli interessi passivi indeducibili e delle eccedenze Ace nelle operazioni di fusione (articolo 172, comma 7 del Tuir) può essere disapplicata. É la sintesi della risposta n. 101/2020 dell'Agenzia

Tax credit settore cinema:
i nuovi ammessi al beneficio

Gli elenchi pubblicati sul sito costituiscono comunicazione dell’avvenuto riconoscimento dello sconto fiscale. Quindi, gli interessati non riceveranno altri avvisi via Pec

Con distinti decreti direttoriali, rispettivamente del 30 e 31 marzo scorso, la direzione generale Cinema e Audiovisivo del Mibact, ha riconosciuto (e misurato) il credito d’imposta a nuove imprese attive nello sviluppo del settore. Il primo, per quelle che potenziano l’offerta cinematografica, il secondo, per le imprese di produzione e distribuzione