Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Normativa e prassi

Cessione titoli in usufrutto rotativo.
Valida la disciplina sulle plusvalenze

Al vaglio del fisco la corretta tassazione degli strumenti finanziari automaticamente reinvestiti, nell’ambito di un portafoglio diviso, per volontà del de cuius, fra nudi proprietari e usufruttuario

I redditi diversi derivanti dalla cessione di titoli detenuti all’estero, su cui grava un diritto di usufrutto con patto di rotatività, sono soggetti alle regole sulle plusvalenze realizzate mediante la cessione a titolo oneroso delle attività finanziarie (articoli 67 e 68 del Tuir). La nuda proprietaria residente, inoltre, è tenuta a rispettare gli obblighi sul monitoraggio fiscale e al pagamento dell’Ivafe (risposta n. 384/E).  

Forfetario, non pregiudica il regime
il doppio lavoro con la stessa azienda

La causa ostativa non trova applicazione se i due contratti (autonomo e dipendente) preesistevano prima della riformulazione della norma senza subire modifiche sostanziali

Può fruire del regime forfetario il contribuente che consegue redditi per l’attività professionale di dentista e di lavoratore dipendente nei confronti di uno medesimo datore di lavoro, perché il duplice rapporto lavorativo persisteva senza alcuna trasformazione per l’intero periodo di sorveglianza. È questo, in sintesi, il parere fornito dall’Agenzia delle entrate con la risposta n. 382

Superato l’esame, diventano di pregio
cinque immobili di proprietà dell’Inps

Il riconoscimento è attribuito dall’Agenzia delle entrate dopo gli accertamenti effettuati dagli uffici provinciali del Territorio incaricati di verificare la sussistenza dei requisiti richiesti

Sono situati nel centro storico di Carbonia, Latina, Parma, Ravenna e Trieste gli immobili di “pregio” individuati dall’Agenzia con provvedimento del 16 settembre 2019. A richiedere il riconoscimento è stata l’Inps, proprietaria dei fabbricati interessati, facendo riferimento alla disciplina che regola la dismissione degli immobili degli enti previdenziali