Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Normativa e prassi

Consolidato efficace con l’integrativa
che “aggiusta” l’opzione di adesione

La nuova dichiarazione, se presentata entro novanta giorni dalla scadenza e con pagamento della sanzione, sostituisce la precedente, sempreché quest’ultima sia stata inoltrata nei termini

La scelta opzionale della tassazione di gruppo nella dichiarazione presentata nei termini e i comportamenti coerenti delle parti portano al via libera, da parte dell’amministrazione finanziaria, all’adozione del consolidato fiscale, anche se con una successiva integrativa si è fatto posto a una nuova consolidata. È, in breve, quanto chiarisce l’Agenzia delle entrate con la risposta n. 488/2019  

Cessioni carburanti autotrazione:
la tracciabilità dei pagamenti

L’Agenzia delle entrate ritorna sull’argomento precisando che la procedura descritta dall’istante è corretta perché garantisce comunque il controllo delle “movimentazioni”

Il rapporto di conto corrente, instaurato tra un ente e le imprese di autotrasporto associate, in base al quale i debiti per gli acquisti di carburante effettuati dal “consorzio”, e i crediti che le imprese vantano per i servizi di trasporto resi per suo conto, vengono compensati, non dribbla l'obbligo di tracciabilità dei pagamenti relativi alle cessioni di carburanti per autotrazione (consulenza giuridica n. 19/2019).

Vendite giudiziarie al dettaglio:
dal 2020 solo scontrini elettronici

Questa tipologia di attività non è ricompresa tra quelle specificamente esentate, il cui elenco è messo nero su bianco nel decreto ministeriale dello scorso 10 maggio 2019

I corrispettivi derivanti dalla vendita al dettaglio dei beni mobili delle procedure esecutive e concorsuali, realizzati dall’Istituto vendite giudiziarie, anche se ceduti tramite aggiudicazione in blocco, vanno memorizzati elettronicamente. Tra le attività esonerate dall’emissione dello scontrino elettronico, quella in argomento non è contemplata (risposta n. 489/2019)