Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Normativa e prassi

Rivalutazione e riallineamento,
pronte le modalità di revoca

Il Dl “Agosto” 2020 ha introdotto vantaggiose chance per le imprese, come quella di rivalutare i propri beni; il Bilancio 2022 le ha ridimensionate, offrendo però la possibilità di revocare le opzioni

L’Agenzia dà attuazione a quanto previsto dall’articolo 1, comma 624, del Bilancio 2022, in base al quale, chi ha scelto di avvalersi delle opportunità offerte dal Dl “Agosto” in materia di rivalutazione dei beni d’impresa, di riallineamento dei valori fiscali, e di affrancamento, “mitigate” dall’ultimo Bilancio, ora può rinunciarvi. Con un provvedimento del 29 settembre 2022, detta le regole  

Programmazione cinematografica 2021
online nuovi ammessi al tax credit

La pubblicazione del provvedimento costituisce la comunicazione ufficiale di riconoscimento dell’agevolazione fiscale: i beneficiari non riceveranno alcun ulteriore avviso

Con il decreto direttoriale dello scorso 26 settembre, la direzione generale Cinema e Audiovisivo, del ministero della Cultura, rende noti gli esiti di nuovi controlli effettuati in merito all’ammissibilità delle richieste di credito d’imposta, avanzate dalle imprese in relazione alla programmazione per gli anni 2021 e precedenti. Cioè, quelle che hanno potenziato l’offerta cinematografica

I canoni resi al professionista
sono redditi di lavoro autonomo

Gli importi restituiti concorrono alla determinazione della base imponibile nell'anno di percezione, in quanto "rimborso" di spese inerenti l'esercizio dell’attività svolta

Il professionista che ha percepito, all'esito un procedimento di mediazione obbligatoria su una controversia in materia di locazione, una somma di denaro per la restituzione di quanto pagato in eccesso (e dedotto) per canoni di locazione dello studio in cui ha svolto la propria attività, deve tassare tale somma come reddito di lavoro autonomo, quale componente positivo (risposta n. 482/2022)