Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Normativa e prassi

5 per mille: proroghe e regole.
On line gli elenchi dei ritardatari

Per gli enti del volontariato c’è tempo fino al 31 maggio per rimediare agli errori formali. Salve le domande di iscrizione presentate fino al 30 giugno del 2010 e del 2011

Thumbnail
Arrivano, con la circolare n. 13/E del 4 maggio, le istruzioni per gli enti del volontariato che, grazie alla proroga dei termini per la partecipazione al riparto del contributo del 5 per mille, prevista dal Dpcm del 20 aprile 2012, possono regolarizzare la propria posizione per gli anni 2009, 2010 e 2011 e rientrare così negli elenchi dei beneficiari.
Il decreto rende valide, inoltre, le domande di iscrizione presentate dalle organizzazioni no profit entro il 30 giugno 2010 ed entro il 30 giugno 2011 per gli esercizi finanziari, rispettivamente, 2010 e 2011, facendo così slittare in avanti l’originaria data di scadenza fissata al 7 maggio di ciascun anno.
Insieme alla circolare arrivano gli elenchi, da oggi disponibili sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate, comprensivi degli enti che hanno beneficiato della proroga prevista per il 2010 e per il 2011.
 
Il decreto che apre al no profit
Il decreto del presidente del Consiglio dei ministri, firmato lo scorso 20 aprile e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 98 del 27 aprile, concede tempo, agli enti del volontariato, fino al 31 maggio 2012 per effettuare “l’integrazione documentale” delle domande di iscrizione agli elenchi del 5 per mille relative agli esercizi finanziari 2009, 2010 e 2011.
Inoltre, il provvedimento proroga al 30 giugno 2010 e al 30 giugno 2011 i termini (originariamente fissati al 7 maggio di ciascuno dei due anni) entro cui vengono considerate valide le domande di iscrizione presentate per le rispettive annualità.
Viene infine previsto, a partire dal 2011, lo slittamento al primo giorno lavorativo utile del termine per effettuare gli adempimenti connessi al contributo del 5 mille che scadono di sabato o in un giorno festivo.
 
La circolare che fa il punto sulle scadenze
Ed ecco, nel dettaglio, le nuove date da mettere in agenda.
  • 31 maggio 2012: il termine per la dichiarazione sostitutiva. Gli enti del volontariato che sono stati esclusi per aver commesso errori formali hanno tempo fino al 31 maggio 2012 per presentare o correggere la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà (originariamente in scadenza il 30 giugno di ciascun anno) e sanare altre irregolarità come la mancata presentazione della fotocopia del documento di identità o la mancata sottoscrizione della dichiarazione sostitutiva. Ciò a condizione che abbiano presentato la domanda di iscrizione agli elenchi del 5 per mille entro il 20 aprile 2009 (per l’anno 2009), entro il 30 giugno 2010 (per il 2010, per effetto della proroga) ed entro il 30 giugno 2011 (per il 2011, per effetto della proroga). La dichiarazione sostitutiva deve essere sottoscritta dall’attuale legale rappresentante dell’ente e inviata tramite raccomandata con ricevuta di ritorno alla direzione regionale dell’Agenzia nel cui ambito territoriale si trova il domicilio fiscale dell’organizzazione. La circolare chiarisce che, nel caso in cui si vogliano regolarizzare più annualità, è necessario presentare una dichiarazione per ciascuna di esse e spedirle separatamente. I modelli di dichiarazione sostitutiva sono disponibili sul sito dell’Agenzia nella sezione dedicata al 5 per mille.
  • 30 giugno: la nuova scadenza per le domande 2010 e 2011. La circolare chiarisce che sono considerate valide le domande di iscrizione al riparto del 5 per mille, presentate entro il 30 giugno 2010 (per l’anno 2010) ed entro il 30 giugno 2011 (per l’anno 2011), a patto che l’ente abbia redatto l’istanza utilizzando l’apposito modello, l’abbia inviata in via telematica e che alla data del 7 maggio (scadenza originaria) di ciascun anno l’ente fosse già in possesso dei requisiti per accedere al beneficio.
  • Dal 2011 si saltano sabati e festivi. A partire dall’esercizio finanziario 2011, i termini per la presentazione delle domande di iscrizione e quelli relativi a tutti gli altri adempimenti connessi al 5 per mille, nel caso in cui scadano di sabato o in occasione di un giorno festivo, slittano direttamente al primo giorno lavorativo successivo.
 
Sul sito delle Entrate gli elenchi aggiornati
A partire da oggi sono consultabili sul sito internet delle Entrate gli elenchi degli ammessi e degli esclusi per l’annualità 2010 e quelli dei nuovi soggetti iscritti, che hanno presentato la domanda per accedere al beneficio del 5 per mille per il 2010 e il 2011 in ritardo, ma comunque entro il 30 giugno dei rispettivi anni.
Successivamente, dopo aver effettuato i controlli della documentazione integrativa presentata fino al 31 maggio 2012, l’Agenzia pubblicherà le liste aggiornate degli ammessi e degli esclusi per gli anni 2009 e 2010. Infine, sarà reso noto l’elenco degli ammessi e degli esclusi per l’anno 2011, redatto sulla base degli stessi criteri.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/normativa-e-prassi/articolo/5-mille-proroghe-e-regole-on-line-elenchi-dei-ritardatari