Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Normativa e prassi

Assistenza fiscale a distanza,
regole sulla delega anche per e-fatture

Ampio raggio per la disposizione che prevede l’invio telematico agli intermediari della copia per immagine del mandato all’incarico, unitamente al documento d’identità

assistenza

Le modalità operative di assistenza fiscale a distanza consentite fino alla cessazione dello stato di emergenza sanitaria (articolo 78, comma 4-septies, del Dl n. 18/2020) sono applicabili anche in caso di conferimento o di rinnovo delle deleghe per la consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche dei contribuenti e per gli altri servizi indicati nel provvedimento direttoriale del 5 novembre 2018 in scadenza nel periodo emergenziale. Sono queste le precisazioni contenute nella risoluzione  n. 31/E dell’11 maggio 2021 dell’Agenzia.

Il quesito è stato formulato dal Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, nell’ambito del Tavolo istituito con l’Agenzia delle entrate (Protocollo d’intesa 2 maggio 2017).

La disposizione sull’assistenza a distanza, prevista dal decreto “Cura Italia”, che intende agevolare il tempestivo adempimento dichiarativo dei contribuenti che si avvalgono di intermediari, prevede che “In considerazione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 e fino alla cessazione dello stato di emergenza sanitaria i soggetti che intendono presentare dichiarazioni, denunce e atti all'Agenzia delle entrate per il tramite degli intermediari abilitati alla trasmissione telematica possono inviare per via telematica ai predetti intermediari la copia per immagine della delega o del mandato all'incarico sottoscritta e della documentazione necessaria, unitamente alla copia del documento di identità. In alternativa è consentita la presentazione in via telematica di deleghe, mandati, dichiarazioni, modelli e domande non sottoscritti, previa autorizzazione dell'interessato. Resta fermo che la regolarizzazione delle deleghe o dei mandati e della documentazione deve intervenire una volta cessata l'attuale situazione emergenziale”.

In sostanza, il legislatore ha voluto agevolare i contribuenti che presentano dichiarazioni, denunce e atti tramite gli intermediari abilitati alla trasmissione telematica, consentendo il conferimento della delega a distanza tramite l’invio via web agli intermediari della copia per immagine della delega o del mandato all'incarico sottoscritta e della documentazione necessaria, unitamente alla copia del documento di identità.

In alternativa, è consentita la presentazione in via telematica di deleghe, mandati, dichiarazioni, modelli e domande non sottoscritti, previa autorizzazione dell'interessato.

Per l’autorizzazione si può ricorrere a un video o un messaggio di posta elettronica accompagnato da una foto, anche mediante il deposito nel cloud dell'intermediario o con sistemi di messaggistica istantanea.

Tali modalità di conferimento del mandato, precisa quindi l’Agenzia, valgono anche in caso di delega per la consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche dei contribuenti e per gli altri servizi indicati nel provvedimento del direttore dell’Agenzia del 5 novembre 2018 in scadenza nel periodo emergenziale.
La regolarizzazione delle deleghe o dei mandati e della documentazione deve intervenire una volta cessata l'attuale situazione emergenziale.

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/normativa-e-prassi/articolo/assistenza-fiscale-distanza-regole-sulla-delega-anche-e-fatture