Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Normativa e prassi

In cassa con l’F24 per immobili
e attività finanziarie oltralpe

In cassa con il modello F24 e un codice tutto loro, anche le società fiduciarie che devono pagare l’imposta su incarico e per conto dei proprietari di fabbricati “scudati”

Thumbnail
Stabilite, con il provvedimento del 5 giugno (vedi articolo “Immobili e attività all’estero. Vademecum per versare l’imposta”), le modalità attuative per il pagamento dell’imposta sul valore degli immobili situati fuori dai confini dello Stato e di quella sul valore delle attività finanziarie detenute all’estero, fanno il loro ingresso tre codici tributo creati ad hoc per effettuare il relativo versamento con il modello F24.
A debuttare sono il 4041, 4042 e 4043, istituiti con la risoluzione 54/E del 7 giugno.
 
La nuova tassazione, introdotta a decorrere dal 2011 dal decreto “salva Italia” (Dl n. 201/2011, articolo 19, commi 13 e 18), è dovuta dalle persone fisiche residenti nel territorio dello Stato.
Per quanto riguarda gli immobili (terreni e fabbricati) – detenuti a titolo di proprietà o di altro diritto reale – l’imposta va pagata a prescindere della loro destinazione e deve essere calcolata in base ai mesi di possesso e proporzionalmente alla quota di proprietà.
Stessi criteri per le attività finanziarie: periodo di possesso e quota di proprietà.
 
Dovranno usare il modello F24 anche le società fiduciarie che dovranno pagare l’imposta per conto dei proprietari dei fabbricati e dei terreni oggetto di operazioni di emersione mediante la procedura della regolarizzazione o quella del rimpatrio giuridico.
 
A questo punto, conosciamo più da vicino “nome e cognome” dei nuovi codici tributo:
  • 4041, denominato “Imposta sul valore degli immobili situati all'estero, a qualsiasi uso destinati dalle persone fisiche residenti nel territorio dello Stato - art. 19, c. 13, DL. n. 201/2011, conv., con modif., dalla L. n. 214/2011, e succ. modif.”
  • 4042, denominato “Imposta sul valore degli immobili situati all'estero, a qualsiasi uso destinati dalle persone fisiche residenti nel territorio dello Stato - art. 19, c. 13, DL. n. 201/2011 conv., con modif., dalla L. n. 214/2011, e succ. modif. - Società fiduciarie”
  • 4043, denominato “Imposta sul valore delle attività finanziarie detenute all'estero dalle persone fisiche residenti nel territorio dello Stato - art. 19, c. 18, DL. n. 201/2011 conv., con modif., dalla L. n. 214/2011, e succ. modif.”
 
I numeri devono essere inseriti nella sezione “Erario” del modello F24, in corrispondenza delle somme della colonna “importi a debito versati”, con l’indicazione, nel campo “anno di riferimento”, dell’anno d’imposta per cui si effettua il versamento.
 
Per il 4041 e 4043, in caso di versamento frazionato, nel campo “rateazione/regione/prov./mese rif.” va riportato il numero della quota nel formato “NNRR” dove “NN” rappresenta il numero della rata in pagamento e “RR” il numero complessivo delle rate.
Se il pagamento è in un’unica soluzione nel campo va indicato il valore “0101”.
 
Una segnalazione anche per il codice tributo 4042: il campo “NN” non deve essere valorizzato in quanto il versamento da parte delle società fiduciarie, in base alla provvista ricevuta, è effettuato cumulativamente per tutti i soggetti amministrati.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/normativa-e-prassi/articolo/cassa-lf24-immobili-e-attivita-finanziarie-oltralpe