Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Normativa e prassi

Codici tributo per il super bollo
intercettato dall’accertamento

Devono essere utilizzati dai possessori di veicoli di grossa cilindrata che, da controlli, sono risultati inadempienti in relazione al versamento dell’addizionale erariale

Thumbnail
Tre nuovi codici tributo per il modello “F24 Versamenti con elementi identificativi”: “A500”, “A501” e “A502”. Istituiti con la risoluzione n. 26/E del 12 marzo, trovano posto nella delega di pagamento per versare, rispettivamente, l’addizionale alla tassa automobilistica, la relativa sanzione (30% dell’importo non versato) e gli interessi, dovuti a seguito di atto di accertamento emesso dall’Agenzia delle Entrate.
 
L’inadempimento emerso dai controlli degli uffici finanziari si riferisce alla maggiorazione erariale introdotta dal decreto legge 98/2011 (articolo 23, comma 21) da versare, in prima battuta, entro il 10 novembre 2011 e, con l’entrata a regime, alla stessa scadenza del bollo “ordinario”.
Gli automobilisti interessati sono i possessori (vale a dire, oltre ai proprietari, anche gli usufruttuari, gli acquirenti con patto di riservato dominio e gli utilizzatori a titolo di locazione finanziaria) di veicoli con cilindrata di potenza superiore a 185 chilowatt. L’addizionale è pari a venti euro per ogni chilowatt superiore alla soglia (per l’anno 2011 è stata di dieci euro per ogni chilowatt oltre i 225).
 
Tornando ai nuovi codici tributi, conviene specificare che non vanno confusi con quelli istituiti con la risoluzione n. 101/2011 (“3364”, “3365”, “3366”), da utilizzare per i versamenti ordinari del superbollo e non per le somme dovute a seguito di accertamento dell’ufficio.
 
Nell’“F24 Versamenti con elementi identificativi” sono da compilare le sezioni:
  • “Contribuente”, con i dati anagrafici e il codice fiscale di chi effettua il versamento
  • “Erario ed altro”, dove devono essere indicati, in corrispondenza dei campi “codice ufficio”, “codice atto” e “anno di riferimento”, i dati reperibili nell’atto di accertamento.
Nel campo “tipo” va riportata la lettera “F”; resta in bianco il campo “elementi identificativi”.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/normativa-e-prassi/articolo/codici-tributo-super-bollo-intercettato-dallaccertamento