Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Normativa e prassi

Diritti doganali differiti a Trieste:
fissato il nuovo tasso d’interesse

Un “balzello” previsto sia per evitare arricchimenti degli operatori senza giusta causa sia per scongiurare contestuali danni economici per la finanza pubblica

Thumbnail

È online, sul sito del Dipartimento delle finanze, il decreto del Mef che stabilisce il saggio degli interessi applicabili alle somme riguardanti i diritti doganali ammessi al pagamento posticipato concesso agli operatori presso la dogana di Trieste. Il Dm, firmato il 15 maggio scorso, sarà presto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

Con l’intervento normativo in argomento, il nuovo saggio è fissato nella misura del 50% del tasso Euribor a sei mesi, a condizione lo stesso saggio non sia inferiore allo 0,1 per cento. In questa ipotesi andrà applicato tale ultimo valore. In ogni caso, qualora fosse più vantaggioso, l’operatore potrà applicare il tasso di interesse calcolato ai sensi dell’articolo 79 del Dpr 43/1973.

Infine, riguardo agli interessi sui diritti doganali differiti sempre presso la dogana di Trieste per il periodo compreso tra il 1° gennaio 2016 e la data di pubblicazione del decreto in questione, tenuto conto della persistenza di segno negativo del tasso Euribor a sei mesi in tale periodo, il Dm determina il saggio nella misura dello 0,05 per cento.

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/normativa-e-prassi/articolo/diritti-doganali-differiti-trieste-fissato-nuovo-tasso