Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Normativa e prassi

Enc, quando gestire box auto è un'attività commerciale

Determinanti per la tassazione, l'organizzazione di mezzi e risorse ovvero l'impiego e il coordinamento di un capitale di rilevante entità

Thumbnail
L'attività di costruzione e successiva concessione in locazione di box auto configura l'esercizio di attività d'impresa qualora venga predisposta un'apposita organizzazione di mezzi e risorse ovvero quando, in assenza di un apparato strumentale fisicamente percepibile, ci si limiti all'impiego e al coordinamento, per fini produttivi, di un capitale nell'ambito di un'operazione di rilevante entità economica.

Questo è il principio espresso dall'agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 286/E dell'11 ottobre 2007 emanata in risposta a un quesito avente a oggetto il trattamento tributario ai fini dell'imposta sul reddito delle società (Ires) e dell'imposta sul valore aggiunto (Iva) dell'attività di costruzione e successiva locazione di 115 box auto da parte di un ente qualificatosi non commerciale.

Il documento ha preliminarmente ricostruito il quadro normativo concernente la disciplina dei presupposti applicativi dell'Ires e dell'Iva per gli enti commerciali e per quelli non commerciali residenti nel territorio dello Stato.

Ai fini Ires, per gli enti commerciali, il reddito complessivo è considerato reddito d'impresa da qualsiasi fonte provenga per cui, a quest'ultima categoria reddituale vengono attratti i redditi fondiari, di capitale e diversi posseduti dall'ente stesso (articolo 81 del Tuir).
Per gli enti non commerciali, invece, i redditi di impresa configurano una delle categorie reddituali che, insieme ai redditi fondiari, di capitale e diversi, concorrono a formare il reddito complessivo da assoggettare a imposta (articolo 143 del Tuir).

Agli effetti dell'Iva, tutte le cessioni di beni e le prestazioni di servizi rese dagli enti commerciali si considerano effettuate nell'esercizio di impresa.
Per gli enti non commerciali, invece, le predette operazioni si considerano effettuate nell'esercizio di impresa solo se rese nell'esercizio di attività commerciali o agricole.

Con riferimento alle attività commerciali, per "esercizio di imprese" si intende, sia ai fini Ires che ai fini Iva, "l'esercizio per professione abituale, ancorché non esclusiva" delle attività commerciali di cui all'articolo 2195 del Codice civile, anche se non organizzate in forma d'impresa, nonché l'esercizio di attività, organizzate in forma di impresa, dirette alla prestazione di servizi che non rientrano nell'articolo 2195 cc.
Ciò comporta che, nell'ipotesi in cui venga svolta un'attività non rientrante tra quelle individuate nell'articolo 2195 cc, al fine di accertare il carattere commerciale dell'attività occorrerà verificare la sussistenza di un'organizzazione in forma d'impresa.

Al riguardo, la risoluzione 286/2007 ha chiarito che l'attività viene svolta con organizzazione in forma di impresa qualora venga predisposta un'organizzazione di mezzi e risorse funzionali all'ottenimento di un risultato economico. Detta attività, pertanto, deve presentare i caratteri della professionalità, sistematicità e abitualità (anche se non esclusiva) che devono essere intesi in senso non assoluto ma relativo, in quanto il carattere imprenditoriale dell'attività svolta sussiste anche in presenza di un unico affare caratterizzato dalla rilevanza economica e dalla complessità delle operazioni in cui si articola.

La stessa risoluzione, richiamando la giurisprudenza della Corte di cassazione, ha precisato inoltre che, per la sussistenza di un'attività commerciale, non è necessaria l'esistenza di un apparato strumentale fisicamente percepibile in quanto l'organizzazione imprenditoriale può essere data anche dall'utilizzo e dal coordinamento di un capitale per fini produttivi.

Pertanto, l'agenzia delle Entrate ha affermato che la costruzione e la successiva concessione in locazione di box auto costituisce esercizio di impresa se comporta la predisposizione di un'apposita organizzazione di mezzi e risorse ovvero l'impiego e il coordinamento di un capitale per fini produttivi nel contesto di un'operazione di rilevante entità economica.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/normativa-e-prassi/articolo/enc-quando-gestire-box-auto-e-unattivita-commerciale