Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Normativa e prassi

Erogazioni a favore di comitati elettorali, niente detrazioni

Per beneficiare dello sconto deve trattarsi di partiti o movimenti politici rappresentanti in Parlamento

Thumbnail
Niente detrazione Irpef per i finanziamenti ai comitati elettorali. Le erogazioni liberali effettuate in favore di comitati, costituiti in occasione di elezioni politiche o amministrative, non possono fruire dello sconto di imposta del 19%. Sono infatti agevolabili solo quelle fatte a partiti e movimenti politici che abbiano almeno un parlamentare eletto alla Camera o al Senato nel periodo d'imposta di riferimento. Questa, in sintesi, la risposta fornita dall'Agenzia con la risoluzione n. 220/E del 30 maggio, al quesito proposto da un Caaf. L'istante chiede il parere dell'Agenzia in merito alla possibilità di assimilare questo tipo di erogazioni liberali a quelle contemplate in favore di partiti e movimenti politici e, quindi, di poter estendere ai comitati elettorali la definizione di "soggetti politici" cui associare l'agevolazione. Quest'ultima è disciplinata dal comma 1-bis, articolo 15 del Tuir, che riconosce ai contribuenti che concorrono al finanziamento di partiti e movimenti politici una detrazione del 19% delle somme, comprese tra un minimo di 51,65 e un massimo di 103.291,38 euro, elargite tramite versamento bancario o postale.
A sostegno della sua tesi, il Caaf interpellante ritiene di poter assimilare i comitati elettorali ai soggetti politici beneficiari dell'agevolazione, in ragione del fatto che li accomuna la finalità istituzionale di carattere, appunto, politico.

L'Agenzia non concorda con la soluzione prospettata e precisa che i comitati elettorali e le liste "non sono in grado si esprimere una loro autonoma rappresentanza in Parlamento", tanto più in virtù del fatto che sono soggetti costituiti unicamente in vista delle elezioni amministrative.

Come già chiarito con la risoluzione n. 15/2005, le Entrate spiegano che, per poter usufruire della detrazione, è necessario che le somme siano destinate a partiti e movimenti politici presenti, con almeno un parlamentare, presso uno dei due rami del Parlamento.

I comitati elettorali invece, per loro natura, costituiscono uno strumento per sostenere l'elezione di uno o più candidati, hanno una limitata durata temporale e, poiché non dispongono di rappresentanti in Parlamento, non possono beneficiare della detrazione del 19 per cento.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/normativa-e-prassi/articolo/erogazioni-favore-comitati-elettorali-niente-detrazioni