Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Normativa e prassi

Interventi migliorativi sullo Sdi:
slittano le e-fatture del weekend

Il partner tecnologico Sogei opererà anche per rendere migliori i livelli prestazionali nella gestione dei picchi di carico e nella velocità di accesso ai dati e dei tempi di risposta

Thumbnail
Le fatture elettroniche e le note di variazione dei giorni 1 e 2 dicembre potranno essere trasmesse al Sistema di Interscambio (Sdi) entro il 4 dicembre. Ciò per consentire gli opportuni interventi tecnici in previsione del consistente incremento di informazioni che dovranno essere gestite a seguito dell’estensione dell’obbligo di fatturazione elettronica, prevista a partire dal prossimo 1° gennaio.
Lo stabilisce il provvedimento 29 novembre 2018 del direttore dell’Agenzia delle entrate.
L’invio dovrà avvenire secondo le regole tecniche individuate dal provvedimento 30 aprile 2018.
 
Inizialmente è stata la Finanziaria 2008 (articolo 1, comma 209, legge 244/2007) a stabilire che l’emissione, la trasmissione, la conservazione e l’archiviazione delle fatture emesse nei rapporti con determinate amministrazioni pubbliche e con le amministrazioni autonome – anche sotto forma di nota, conto, parcella e simili – avvenisse esclusivamente in forma elettronica. Dal 31 marzo 2015, la previsione opera nei confronti delle fatture emesse verso tutte la amministrazioni pubbliche.
 
Successivamente, la legge di bilancio 2018 (articolo 1, comma 909, legge 127/2015) ha disposto che dal 1° gennaio 2019, per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi realizzate tra soggetti residenti o stabiliti nel territorio dello Stato (e per le relative note di variazione), fossero emesse esclusivamente fatture elettroniche tramite lo Sdi.
 
La previsione è stata anticipata al 1° luglio 2018 per le cessioni di benzina o gasolio utilizzati come carburanti per motori, ad eccezione delle cessioni di carburante per autotrazione presso gli impianti stradali di distribuzione, nonché per le prestazioni dei subappaltatori e subcontraenti nel quadro di un contratto di appalto di lavori, servizi o forniture stipulato con un’amministrazione pubblica.
 
Inoltre, dal 1° gennaio 2017 è possibile emettere e ricevere e-fatture attraverso lo Sdi per tutte le altre operazioni tra soggetti passivi Iva privati.
 
In considerazione del significativo incremento di informazioni che il Sistema di interscambio si troverà a gestire per effetto dell’obbligo generalizzato della fatturazione elettronica dal 1° gennaio 2019, il partner tecnologico Sogei ha rappresentato la necessità di intervenire sulla piattaforma informatica, per garantire, tra l’altro, una migliore gestione dei picchi di carico e di velocità di accesso ai dati e dei tempi di risposta.
Per tale motivo, i servizi del portale “Fatture e corrispettivi” non saranno disponibili nell’intera giornata del 1° dicembre. Ci potranno essere ripercussioni anche il giorno successivo.
Le fatture elettroniche e le note di variazione di quei due giorni, pertanto, potranno essere inviate allo Sdi fino a martedì 4 dicembre.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/normativa-e-prassi/articolo/interventi-migliorativi-sullo-sdi-slittano-e-fatture-del