Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Normativa e prassi

Opzione per la trasparenza fiscale, rinnovo solo con raccomandata AR

La semplice comunicazione a mano non è idonea a dimostrare la volontà dei soci di aderire al regime

Thumbnail
Il rinnovo dell'opzione per il regime di tassazione per trasparenza delle società di capitali, effettuato dai soci alla partecipata, deve avvenire tramite raccomandata con ricevuta di ritorno. Non sono ammesse modalità di comunicazione alternative, in quanto la condizione di preventiva acquisizione, da parte della società, della volontà dei soci, è soddisfatta solo con lo strumento postale.
L'agenzia delle Entrate, con la risoluzione 185/E del 17 luglio, fornisce un parere sul corretto esercizio del rinnovo dell'opzione per trasparenza fiscale.

Nel caso specifico, i soci avevano provveduto a comunicare alla partecipata la propria volontà di rinnovare il predetto regime di tassazione, tramite raccomandata a mano, anziché postale. L'istante ritiene che l'opzione si possa considerare correttamente esercitata in quanto lo strumento utilizzato dai soci ha svolto adeguatamente la funzione richiesta dalla normativa, quella cioè di informare preventivamente la società partecipata del regime che si intende adottare.

Le disposizioni applicative della tassazione per trasparenza prevedono che il rinnovo, così come l'opzione, debba essere esercitato, oltre che dalla società partecipata, dai soci che devono comunicarlo tramite raccomandata con ricevuta di ritorno. L'opzione si ritiene perfezionata quando viene trasmessa all'agenzia delle Entrate entro il primo dei tre periodi di imposta vincolati al nuovo regime (articolo 4 del decreto ministeriale 23 aprile 2004).

L'uso dello strumento postale, rileva l'Agenzia, è previsto dalla norma per dimostrare l'indubbia scelta del regime della trasparenza fiscale. A tal proposito, il documento di prassi sottolinea anche che il Dm non stabilisce i contenuti precisi della comunicazione da inviare alla società partecipata, essendo fondamentale la sola inequivocabile manifestazione della volontà di esercitare l'opzione (vedi anche circolare 49/2004).
Pertanto, conclude la risoluzione, l'esigenza di rendere certa la volontà dei soci non può ritenersi soddisfatta con l'invio di una semplice raccomandata a mano.
URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/normativa-e-prassi/articolo/opzione-trasparenza-fiscale-rinnovo-solo-raccomandata-ar