Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Normativa e prassi

Zf Lombardia, approvato l’elenco
delle imprese ammesse ai benefici

Le comunicazioni possono essere presentate entro una data utile per la fruizione degli sconti nei periodi di imposta oggetto di proroga e non oltre il 31 dicembre 2019

immagine generica illustrativa

Pubblicato in Gazzetta il 20 agosto 2019 il comunicato relativo al decreto direttoriale 29 luglio 2019 del ministero dello Sviluppo economico che approva l'elenco delle microimprese localizzate nella zona franca dei comuni della Lombardia colpiti dal sisma del 20 e 29 maggio 2012 ammesse alle agevolazioni incrementali, che hanno presentato le istanze di accesso entro il 30 giugno 2019.
Il beneficio comprende agevolazioni sotto forma di esenzioni fiscali, che, previste dall’art. 46-sexies del decreto legge n. 50/2017 e dall’articolo 1, comma 719, della legge n. 205/2017 (Bilancio 2018), sono fruite per ciascun beneficiario ai sensi di quanto indicato al punto 10 della circolare n. 21801 del 10 marzo 2016 e secondo le modalità e i termini definiti con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate del 6 giugno 2016.

In particolare, l’intervento, disciplinato dalla citata circolare del 2016 e dal decreto interministeriale 10 aprile 2013, prevede la concessione di aiuti in favore di piccole e micro imprese situate nella Zf della Lombardia, istituita con l’articolo 1, comma 445 della legge n. 208/2015 (Stabilità 2016) e relativa ai centri storici o centri abitati dei comuni interessati dall’evento sismico del 2012 (San Giacomo delle Segnate, Quingentole, San Giovanni del Dosso, Quistello, San Benedetto Po, Moglia, Gonzaga, Poggio Rusco e Suzzara).

Le esenzioni d’imposta riguardano le imposte dirette, l’Irap e l’Imu e, previste originariamente soltanto per il periodo d’imposta 2016 (articolo 1, comma 451, della legge n. 208/2015), sono state, da ultimo, prorogate fino al 31 dicembre 2019, dall’articolo 1, comma 719 della legge di bilancio 2018.
Le agevolazioni sono fruite mediante riduzione dei versamenti da effettuarsi con il modello di pagamento F24, da presentare esclusivamente attraverso i servizi telematici messi a disposizione dall'Agenzia delle entrate, pena lo scarto dell'operazione di versamento.

Il Mise, alla luce delle proroghe delle agevolazioni e degli incrementi degli stanziamenti finanziari dettati da diverse disposizioni normative, con le circolari n. 21801/2016, n. 171549/2017 e n. 144225/2018 e con successivi decreti direttoriali ha fornito chiarimenti in merito alle modalità di fruizione degli sconti d’imposta e alle modalità e ai termini di presentazione della comunicazione, approvando via via i nuovi elenchi delle imprese agevolate (vedi articoli “Benefici zona franca Lombardia: dal 12 marzo via alle comunicazioni” e “Zona franca Lombardia, l’elenco delle imprese ammesse ai benefici”).

Le istanze di accesso al beneficio possono essere presentate entro una data utile per la fruizione delle agevolazioni nei periodi di imposta oggetto di proroga e non oltre il 31 dicembre 2019.
Le imprese che intendono usufruire della proroga per l’anno 2017 e che non hanno ancora presentato apposita richiesta al Mise possono effettuare un’unica comunicazione per le annualità 2017, 2018 e 2019.

Modalità di fruizione delle agevolazioni
Le modalità e i termini di fruizione dell’esenzione fiscale (vedi “Zfu in Lombardia: utilizzo benefici sotto la supervisione dell'Agenzia”) sono state definite con il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate del 6 giugno 2016 e il codice tributo “Z147” per consentire l’utilizzo in compensazione dell’incentivo tramite il modello F24 è stato istituito con la risoluzione n. 45/2016.

URL: https://www.fiscooggi.it/rubrica/normativa-e-prassi/articolo/zf-lombardia-approvato-lelenco-delle-imprese-ammesse-ai