Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Normativa e prassi

Merger leveraged cash out: indebito
il vantaggio fiscale conseguito

Il beneficio ottenuto si pone in contrasto con le disposizioni normative che puntano a favorire la circolazione delle partecipazioni

L’operazione con la quale i soci persone fisiche di una società (target) rivalutano le partecipazioni ai fini fiscali e le cedono a un’altra società (veicolo), poi incorporata dalla target, consente l’azzeramento della tassazione dell’incasso diretto degli utili da parte dei soggetti cedenti. Questo sostiene l’Agenzia nel principio di diritto n. 20/2019.  

Spese per l’università straniera,
indetraibile il prestito d’onore

Le somme ottenute da uno Stato straniero per finanziare un corso di laurea, anche se poi restituite, non possono essere portate in detrazione in quanto non sono assimilabili a una tassa di iscrizione

Non può usufruire della detrazione prevista per le spese universitarie, il contribuente che ha chiesto un prestito allo Stato per pagare il corso di laurea dei figli e che, alla fine degli studi, intende restituire l’importo. Per una corretta qualificazione della spesa in esame, infatti, rileva la circostanza che il pagamento non è effettuato direttamente a favore dell’università (interpello n. 302/2019).

Trasferimento denaro da e per l’estero:
ravvedibile la tardiva comunicazione

Abbattimento al 50% della sanzione e ravvedimento operoso per operazioni over 15mila euro comunicate nei trenta giorni dalla scadenza

Un intermediario finanziario che trasmette al fisco i dati relativi alle movimentazioni superiori alla soglia di 15mila euro, entro 30 giorni dalla scadenza del termine previsto, ottiene il dimezzamento della sanzione ordinaria, applicabile dal 10% al 25%. La “multa” viene ulteriormente ridotta applicando il ravvedimento operoso. Questa in sintesi la risposta dell’Agenzia all’interpello n. 299/2019.