Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Sala lettura

Iva nell’e-commerce

Dal 1° luglio è in vigore il nuovo sistema Iva per le vendite a distanza. La corretta applicazione della disciplina riformata richiede l’affiancamento dei una guida operativa affidabile, completa, chiara, in grado di risolvere ogni dubbio, ricca di esempi concreti e di richiami che focalizzano l’attenzione su questioni fondamentali. Sono le caratteristiche del manuale di Marco Peirolo

copertina pubblicazione

Il Dlgs n. 83/2021 ha riordinato e semplificato le regole sul commercio elettronico diretto e indiretto in materia di Iva. Le nuove diposizioni sono in vigore dallo scorso 1° luglio. Come avviene di solito, almeno fino a quando non si entra confidenza con una disciplina, è consigliabile tenere a portata di mano una guida operativa affidabile, completa, di facile consultazione, in grado di risolvere velocemente ogni dubbio interpretativo indicando con precisione obblighi e adempimenti previsti. È il caso del testo di Marco Peirolo edito da Ipsoa. Tra i temi trattati, l’autore fa chiarezza sulle caratteristiche che distinguono le diverse tipologie di servizi digitali e approfondisce la nuova normativa in tema di territorialità nel caso di vendite a distanza di beni a consumatori finali in ambito comunitario ed extra-Ue sottolineando le differenze tra operazioni con interfaccia elettronica oppure no. Sotto i riflettori anche le aliquote Iva, affrontate secondo i principi dettati dalla giurisprudenza comunitaria. Si tratta di un argomento di particolare rilevanza tenuto conto del prossimo passaggio dall’attuale sistema transitorio dell’Iva sugli scambi intracomunitari e quello definitivo in vigore dal 1° luglio 2022. Fondamentali, inoltre, per gli operatori che svolgono operazioni e-commerce transfrontaliere, le novità relative ai regimi speciali introdotte con lo scopo di concentrare gli obblighi Iva in un unico Stato membro creando un sistema europeo centralizzato e digitale. Nello specifico, si tratta della trasformazione del Moss (Mini one stop shop) in Oss (One stop shop), dell’introduzione dello Ioss (Import one stop shop) e del regime speciale per la dichiarazione e il pagamento dell’Iva all’importazione di beni extra-Ue di valore non superiore a 150 euro nel caso in cui non sia applicato lo Ioss.

URL: https://www.fiscooggi.it/salalettura/iva-nelle-commerce-0