Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Scadenzario

16 OTT 2020

Dichiarazioni 2020 Soggetti Ires - Versamenti

Thumbnail

I soggetti Ires, che esercitano attività economiche per le quali non sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità (Isa), tenuti ad effettuare i versamenti risultanti dalla dichiarazione dei redditi, con periodo d'imposta coincidente con l'anno solare e approvazione del bilancio entro 120 giorni dalla chiusura dell'esercizio, e i soggetti che si adeguano alle risultanze degli Indici sintetici di affidabilità (Isa) che hanno scelto entrambi il pagamento rateale effettuando il primo versamento entro il 30 giugno, devono versare la quinta rata delle imposte risultanti dai modelli  Redditi Sc e Irap 2019, con applicazione degli interessi nella misura dello 1,16%, e del saldo dell'Iva relativa al 2019 risultante dalla dichiarazione annuale, maggiorato dello 0,40% per mese o frazione di mese per il periodo 16/3/2020 - 30/6/2020 e con successiva applicazione degli interessi nella misura dello 1,16%.

Si tratta invece della quarta rata per coloro che, non Isa, e i soggetti che si adeguano alle risultanze degli Indici sintetici di affidabilità fiscale (Isa) che si sono avvalsi entrambi della facoltà di effettuare il primo versamento entro il 30 luglio 2020, applicando la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,84%.

I soggetti Ires che esercitano attività economiche per le quali sono stati approvati gli Indici sintetici di e che dichiarano ricavi o compensi di ammontare non superiore al limite stabilito per ciascun indice dal relativo decreto di approvazione del ministero dell’Economia e delle Finanze , tenuti presentazione della dichiarazioni dei redditi (Modello Redditi Sc 2020 e Modello Enc 2020), con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare che approvano il bilancio entro 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio e si sono avvalsi del differimento previsto dal Dpcm 27 giugno 2020 e che hanno effettuato il primo versamento il 20 luglio 2020 devono provvedere al versamento della quarta rata delle imposte risultanti dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l'anno 2019 e di primo acconto per l'anno 2020, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,96%

Gli stessi soggetti che si sono avvalsi del differimento previsto dal Dpcm del 27 giugno 2020, hanno scelto il pagamento rateale e effettuano il primo versamento il 20 agosto 2020 devono effettuare il versamento della terza rata delle imposte risultanti dalle dichiarazioni annuali maggiorando le somme da versare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo con applicazione degli interessi nella misura dello 0,63%.

Il versamento va effettuato utilizzando il modello F24. quelli con saldo finale pari a zero e quelli con utilizzo di crediti in compensazione orizzontale devono essere presentati esclusivamente tramite i servizi “F24 web” o “F24 online” dell’Agenzia delle entrate, attraverso i canali Fisconline o Entratel, oppure rivolgendosi a un intermediario abilitato. Nelle altre ipotesi sono utilizzabili anche i servizi di internet banking di banche, Poste italiane, agenti della riscossione e prestatori di servizi di pagamento.
Questi i codici tributo da indicare:

  • 2003    Ires - saldo
  • 2001    Ires acconto - prima rata
  • 2004    addizionale Ires - acconto prima rata
  • 2006    addizionale Ires -  saldo
  • 2013    addizionale Ires 4% settore petrolifero e gas - acconto prima rata
  • 2015    addizionale Ires 4% settore petrolifero e gas - saldo
  • 2018    maggiorazione Ires società di comodo – acconto prima rata
  • 2020    maggiorazione Ires società di comodo – saldo
  • 2025    addizionale Ires per gli intermediari finanziari - saldo
  • 2041    addizionale Ires per gli intermediari finanziari - acconto prima rata
  • 3800    Irap - saldo
  • 3812    Irap acconto - prima rata
  • 6099    versamento Iva sulla base della dichiarazione annuale
  • 1668    interessi per pagamento dilazionato - imposte erariali
  • 3805    interessi per pagamento dilazionato - tributi regionali.

N.B.: Il versamento della rata dell'Irap è effettuato esclusivamente dai soggetti individuati nell'articolo 24, comma 2, del Dl n. 34/2020.