Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Scadenzario

18 NOV 2019

Isa - Versamenti

Thumbnail

I soggetti che si adeguano alle risultanze degli indici sintetici di affidabilità fiscale (Isa) nella dichiarazione dei redditi, nella dichiarazione Irap e nella dichiarazione Iva, che hanno scelto il pagamento rateale ed hanno effettuato il primo versamento entro il 1° luglio 2019, devono versare la sesta rata dei versamenti derivanti dalla dichiarazione dei redditi, con applicazione degli interessi nella misura dello 1,49%

Si tratta invece della quinta rata per i soggetti Isa che hanno deciso di avvalersi della facoltà di effettuare il primo versamento entro il 31 luglio 2019 con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo e con applicazione degli interessi nella misura dello 1,17%.

N.B.: la presente scadenza rimane valida per coloro che pur potendo usufruire della proroga scelgono di non avvalersene.

I soggetti che si adeguano alle risultanze degli studi di settore e/o agli Isa nella dichiarazione dei redditi, nella dichiarazione Irap e nella dichiarazione Iva che si sono avvalsi della prevista facoltà e che hanno scelto il pagamento rateale devono versare la terza rata dei versamenti derivanti dalla dichiarazione dei redditi, con applicazione degli interessi nella misura dello 0,51%

Si tratta invece della seconda rata per i soggetti Isa, che hanno deciso di avvalersi della prevista proroga e  hanno scelto il pagamento rateale, che devono effettuare il versamento con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo e con applicazione degli interessi nella misura dello 0,18%.

Il versamento va effettuato con modello F24 con modalità telematiche, direttamente (utilizzando i servizi “F24 web” o “F24 online” dell’Agenzia delle entrate, attraverso i canali telematici Fisconline o Entratel oppure ricorrendo, tranne nel caso di modello F24 a saldo zero, ai servizi di internet banking messi a disposizione da banche, Poste Italiane e Agenti della riscossione convenzionati con l'Agenzia delle entrate) oppure tramite intermediario abilitato. Il codice tributo da indicare:

  • 6494   Isa integrazione IVA