Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Scadenzario

16 APR 2020

Split payment - Versamento aprile

Thumbnail

Gli enti e gli organismi pubblici e le amministrazioni centrali dello Stato tenuti al versamento unitario di imposte e contributi, nonché le Pa autorizzate a detenere un conto corrente presso una banca convenzionata con l'Agenzia delle entrate o presso Poste italiane, non soggetti passivi Iva, devono versare, con modalità telematiche, l'Iva relativa al mese di marzo 2020 dovuta a seguito di scissione dei pagamenti, rispettivamente con l'F24Ep (codice tributo 620E) e con l'F24 "ordinario" (codice tributo 6040).
Invece, le pubbliche amministrazioni e le società che effettuano acquisti di beni e servizi nell'esercizio di attività commerciali, in relazione alle quali sono identificate ai fini Iva (articolo 5, comma 1, Dm 23 gennaio 2015), versano l'imposta relativa al mese di marzo 2020 dovuta in applicazione della "scissione dei pagamenti" utilizzando i codici tributo 621E (per l'F24Ep) e 6041 (per l'F24 "ordinario").

Il modello F24 "ordinario" va effettuato con modalità telematiche, direttamente oppure tramite intermediario, nel caso di utilizzo di crediti in compensazione di cui alla risoluzione n. 110/2019, oppure in caso di modello F24 a saldo zero, il modello F24 deve essere presentato esclusivamente utilizzando i servizi “F24 web” o “F24 online” dell’Agenzia delle entrate, attraverso i canali telematici Fisconline o Entratel; negli altri casi, il modello F24 può essere presentato anche mediante i servizi di internet banking messi a disposizione da banche, Poste Italiane e altri prestatori di servizi di pagamento convenzionati con l'Agenzia delle Entrate.